“Feny day”: un weekend dedicato all’osservazione dei fenicotteri in memoria del professor Fausto Corsi

Per il terzo anno consecutivo si svolgerà un importante appuntamento in ricordo del professor Fausto Corsi, insegnante grossetano all’Istituto agrario “Leopoldo II di Lorena”, appassionato ornitologo.

Sabato 8 dicembre sarà dedicato a contare tutti i fenicotteri presenti nelle zone umide costiere della Toscana, dal lago di Burano a sud, al Padule di Orti Bottagone a nord, passando per la laguna di Orbetello, il Palude della Trappola, la Diaccia Botrona e il Padule di Scarlino, ma anche nelle zone umide interne, dove solo da alcuni anni è possibile osservare i fenicotteri, come nel Padule di Fucecchio.

I rilevatori, sia professionisti che semplici appassionati, appartenenti a diverse associazioni ambientaliste e ornitologiche, come il Wwf, il Cot, la Sropu e il Gom, proveranno anche a leggere i codici degli anelli colorati in Pvc, che molti fenicotteri portano alle loro zampe fin da piccoli, in modo da poter ricostruire la loro storia, capire che zone umide hanno frequentato dopo aver lasciato il  luogo di origine e contribuire così alla loro salvaguardia e allo studio della loro biologia.

I dati raccolti verranno custoditi presso la banca dati dell’Ispra e degli Enti di ricerca europei.

Domenica 9 dicembre, a partire dalle 9.30, sarà invece il turno di chiunque desideri avvicinarsi a questo meraviglioso mondo per osservare, in compagnia di esperti che da anni studiano questa specie, questi splendidi uccelli. Appuntamento al Centro visite dell’Oasi Wwf della laguna di Orbetello, nei pressi dell’Aurelia, in direzione sud (km 148,300 Albinia).

Le attività previste non riguardano solamente le escursioni sul campo, ma anche attività ludiche per bambini, che si svolgeranno al Centro di educazione ambientale del wf presso il Casale Giannella (Strada provinciale 36, km. 4), dove sarà possibile visitare un’ originale mostra di circa 500 oggetti a forma di  fenicottero, grazie a due collezioni private tutte in rosa, composte  con costanza e passione da Marco Scutellà e Federica Ginanneschi.

Per chi partecipa all’iniziativa sarà possibile fermarsi a pranzo e/o a cena al Casale Giannella (previa prenotazione)  e continuare ad approfondire le tematiche affrontate durante i due giorni del Feni Day e conoscere in anteprima i dati del censimento.

A partire dalle 15.30 si potrà assistere ad una serie di interventi didattico/scientifici sul fenicottero a cura del professor Canci e del dottor Marco Scutellà, che ci aggiorneranno anche sulla situazione dei 26 pulcini nati nella laguna di Orbetello nel 1994.

Concluderà la serata il direttore delle Oasi Wwf della provincia di Grosseto, Fabio Cianchi, che racconterà due fantastiche storie, esempio di una oculata gestione: la prima nidificazione di falco pescatore nella laguna di Orbetello e la nidificazione della sterna comune, che continua, dopo alcuni anni di crisi, a mantenere una popolazione vitale, sempre ad Orbetello, grazie alla sinergia del Wwf e della Regione Toscana e all’aiuto di molti volontari.

Le visite guidate saranno gratuite per i soci del Wwf e per i bambini fino a 7 anni, con un contributo per i non soci del Wwf::

  • adulti 6 euro;
  • ragazzi dai 7 ai 14 anni 4 euro;
  • over 65 anni 4 euro;
  • bambini e soci Wwf partecipazione gratuita.

Tutte le altre attività saranno gratuite.

Per informazioni: Associazione Occhio in Oasi tel. 3403395260 – info@associazioneocchioinoasi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top