Crisi del latte, il Pd: “Azione esemplare del caseificio di Sorano, necessario sostenere imprese locali”

Dopo l’annuncio da parte di Alival e Granarolo di voler disdire i contratti inerenti il ritiro del latte ovino nel grossetano e non solo, le associazioni di categoria assieme all’assessore regionale all’agricoltura Marco Remaschi hanno cercato di trovare un soluzione, per pacare le preoccupazione dei pastori“.

A dichiararlo, in un comunicato, è Fausto Bandinelli, responsabile agricoltura della segreteria provinciale del Pd di Grosseto.

“Dopo la riunione che si è svolta a Firenze, dove sono stati invitati gli attori principali della filiera lattiero-casearia, il caseificio di Sorano, con una nota del suo presidente Luciano Nucci, ha asserito che il prodotto, per un totale di 250.000 litri nell’anno 2019, verrà  ritirato e lavorato nella propria struttura, risolvendo la problematica in questione ad undici aziende interessate nella vicenda – spiega Bandinelli -. Il caseificio ha centrato in pieno quello che deve essere lo spirito cooperativo, dando segnali di vicinanza, in momenti non particolarmente facili ai produttori, non lasciandoli soli nei rapporti con le industrie”.

“Le nostre aziende possono resistere solo se fanno squadra ed io, a nome del Partito democratico provinciale, rivolgo un appello anche alla Gdo chiedendogli di premiare, nel momento in cui seleziona i fornitori, coloro che dimostrano vicinanza ai produttori ed alle produzioni locali. E’ stato ancora una volta dimostrato che quando tutti i soggetti interessati mettono in campo il loro impegno senza tentennamenti ed in completa coralità, i problemi possono essere risolvibili – termina Bandinelli -. Auspico che questo episodio sia di buon auspicio per tutte le battaglie future che la nostra  economia agricola dovrà affrontare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top