Pubblicato il: 11 Febbraio 2019 alle 17:13

Politica

Elezioni provinciali, Fratelli d’Italia esulta: “Vittoria storica, partito in crescita in Maremma”

Al di sopra di ogni aspettativa, Fratelli d’Italia si conferma in Consiglio provinciale con il consigliere Bruno Ceccherini“.

A dichiararlo è Fabrizio Rossi, portavoce provinciale di Fratelli d’Italia.

“Un risultato straordinario perché dimostra come il partito è radicato su tutto il territorio maremmano e in costante crescita – spiega Rossi -. Pur non avendo la possibilità di usufruire del voto ponderato di ben due consiglieri che nel corso di questa consiliatura hanno cambiato casacca, partiti solo con il voto ponderato di due consiglieri comunali di Grosseto, Bruno Ceccherini ha ottenuto oltre 6000 voti ponderati, dimostrando grande adesione per il suo operato e di quello del presidente Antonfrancesco Vivarelli Colonna, sul tema della sicurezza e sulle tematiche ambientali”.

“La grande propensione al radicamento di Fratelli d’Italia si è dimostrata eccezionale nei Comuni minori e in quelli di fascia intermedia dove, contro ogni aspettativa, è stato apprezzatissimo – continua Rossi -. Rispetto a due anni fa il voto numerico e ponderato si è rivelato in grande espansione, nonostante che nelle scorse elezioni avesse ricevuto il consenso anche di altri voti ponderati sul capoluogo“.

“La chiarezza e la trasparenza, insieme alla competenza, fanno di Fratelli d’Italia il vero punto di riferimento per la destra politica che in Maremma rappresenta il cambiamento rispetto all’ormai logorato Partito democratico, che ha subito uno smacco anche in queste elezioni provinciali – termina Rossi -. Ringrazio tutti i consiglieri e i sindaci maremmani che ci hanno sostenuto e che sanno che in Fratelli d’Italia possono sempre contare”.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su