Colline MetallifereCultura & Spettacoli

Paganico accoglie una tappa del Giro Rosa: le iniziative in programma

Venerdì 11 settembre, la serata avrà inizio alle 19 con Giancarlo Brocci

Sabato 12 settembre, alle 12.05, la frazione di Paganico sarà la base di partenza della seconda tappa del Giro Rosa Uci Wwt 2020: le atlete dovranno affrontare un percorso impegnativo di 124 chilometri che da Paganico, passando per varie località collinari e di montagna, terminerà ad Arcidosso, sull’Amiata. Per accogliere il Giro femminile d’Italia, l’amministrazione comunale ha organizzato una serie di eventi che inizieranno la sera prima della tappa.

«Siamo molto lieti di ospitare il Giro Rosa – commenta il sindaco di Civitella Paganico, Alessandra Biondi -, anche se in un contesto diverso da quello che ci saremmo immaginati a causa del Covid-19. Lo abbiamo fortemente voluto, in quanto occasione imperdibile per far conoscere il nostro territorio attraverso un evento sportivo internazionale. Del resto non è la prima volta che Paganico, punto di snodo tra la Maremma e l’Amiata, ospita partenze di eventi sportivi importanti, ma in questo caso l’elemento più significativo sarà il protagonismo delle donne con la loro energia e determinazione».

«Per accogliere la manifestazione – continua il sindaco abbiamo organizzato per la sera di venerdì 11 settembre due eventi che ci avvicineranno piacevolmente alla partenza della tappa, ovviamente tutto nel rispetto dei protocolli anticontagio».

Venerdì 11 settembre, la serata avrà inizio alle 19 con Giancarlo Brocci, l’inventore de L’Eroica, la famosa cicloturistica d’epoca, che presenterà il suo libro dal titolo “Bartali. L’ultimo Eroico”, con la partecipazione di Max Lelli, storico ciclista maremmano, e Alessandra Cappellotto, campionessa del mondo e italiana di ciclismo su strada.

Il libro di Brocci racconta il ciclismo ai tempi del grande campione Gino Bartali, quando il Tour de France era una prova estrema, un esercizio di sopravvivenza alle insidie della strada e della natura, dove soltanto i più stoici riuscivano a resistere. Un ciclismo che ha fatto sognare intere generazioni, che ha offerto occasioni formidabili di riscatto a persone comuni e che, oggi, è dichiarato estinto da coloro che mettono avanti le strategie di business per qualsiasi sport. Per l’autore, invece, il ciclismo continua a essere ben vivo tra tante persone e il periodo più bello è stato sicuramente quello dei “tempi eroici”, come ci mostra con efficacia attraverso le pagine e le foto del libro.

Dopo la presentazione, la serata proseguirà alle 21.30 con il concerto del gruppo tutto al femminile “Le Dyane”: Sabrina Caprio, Chiara Urgelli, Manola Venturacci sono prima di tutto tre amiche unite dalla passione per la musica, che le ha portate negli anni ad esibirsi, insieme o singolarmente, nei locali maremmani, così come fuori regione e oltre confine. Galeotta fu una cena alla fine del 2019 che le ha riunite dopo molto tempo, in cui le tre amiche hanno deciso di dar vita a questo trio. Una fusione di stili vocali ed esperienze musicali soliste, sfociati in un progetto che abbraccia un secolo di successi. Per celebrare il Giro d’Italia femminile, “Le Dyane” proporranno un programma pensato appositamente per l’occasione di grandi successi italiani e internazionali tutti in maglia rosa.

Sabato 12 settembre, in attesa della partenza delle atlete prevista per le 12.05, il Team Bike Ballero di Enrico Grimani presenterà le giovani promesse attraverso una gimkana dimostrativa che avrà luogo alle 10.00 sempre in piazza della Vittoria.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button