Pubblicato il: 11 Settembre 2019 alle 15:39

Colline MetallifereCultura & Spettacoli

Massa Marittima ricorda l’etruscologo Giovannangelo Camporeale: il programma degli eventi

Il Comune di Massa Marittima ha organizzato anche quest’anno una serie di eventi

Il Comune di Massa Marittima, nell’ambito del programma di eventi della Giornata degli Etruschi realizzata con la compartecipazione del Consiglio regionale della Toscana, ha organizzato anche quest’anno una serie di eventi, sabato 21 e domenica 22 settembre, per ricordare la figura del professor Giovannangelo Camporeale, professore emerito di Etruscologia e Antichità italiche all’Università di Firenze, scomparso nel luglio 2017, e che tanto ha dato a Massa Marittima e alla Maremma.

Infatti, Camporeale ha diretto per quasi trent’anni gli scavi di grandissima importanza scientifica nell’abitato etrusco scoperto sulle rive del lago dell’Accesa, rendendo possibile l’ampliamento della sezione archeologica del Museo civico di Massa Marittima, diventato infatti grazie a lui Museo archeologico che oggi porta il suo nome.

Per ricordare la sua figura il Comune di Massa Marittima ha organizzato, a settembre del 2017, all’indomani della scomparsa del professore, due “Giornate di studi in onore del professor Camporeale”, che stanno ormai diventando un appuntamento fisso: sabato 21 settembre, dalle 9.30 alle 17, alla biblioteca “Gaetano Badii” di Massa Marittima, si terrà infatti la terza edizione delle “Giornate”, che vedranno una serie di interventi scientifici dei più importanti etruscologi italiani ed ex colleghi del professore, che faranno il punto sullo stato della ricerca archeologica sul tema della raffigurazione del mito in Etruria, tema sul quale Camporeale ha lavorato a più riprese.

Domenica 22 settembre sarà invece organizzata un’escursione a Vetulonia, dove il giovane Camporeale ha iniziato le prime ricerche agli albori della sua carriera di studioso. La “gita a Vetulonia”, che riprende lo stile dei convegni di una volta (come quello importante che si tenne a Massa Marittima nel 1928 e vide la realizzazione di una “gita” a Poggio Castiglione) e che è realizzato in collaborazione con il Comune di Castiglione della Pescaia, prevede la visita allo scavo in corso della Domus dei Dolia della città etrusca di Vetulonia, al Museo archeologico “Isidoro Falchi”, dove è attualmente esposta la mostra evento “Alalia, la battaglia che ha cambiato la storia. Greci, Etruschi e Cartaginesi nel Mediterraneo del VI secolo a.C”. Infine, una passeggiata verso la necropoli con le sue imponenti tombe monumentali: in particolare si visiterà, grazie all’Associazione archeologica di Vetulonia, la tomba di Raku Kakanas, un importante aristocratico vetuloniese, scavata per la prima volta dal Falchi a fine Ottocento (che la chiamò Tomba del Duce) e studiata anche da Camporeale.

La partenza è da piazza XXIV Maggio a Massa Marittima alle 9, con un pullman messo a disposizione dall’organizzazione del convegno. La visita a Vetulonia è aperta a tutti, obbligatoria però la prenotazione entro domenica 15 settembre telefonando al numero 0566.906366 o inviando una mail a [email protected] Si consiglia di munirsi di abbigliamento consono ad un’escursione negli scavi archeologici (costo 25 euro con il pranzo e 15 euro senza).

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su