Scuola

Erasmus plus: in partenza 75 studenti della provincia di Grosseto

Nel 2019 l'amministrazione provinciale ha ottenuto la Carta Vet

Sono pronti a partire nell’ambito del progetto Erasmus plus 75 studenti delle scuole superiori della provincia.

Nel 2019 l’amministrazione provinciale ha ottenuto la Carta Vet (Vocational education and training) grazie alla partecipazione a Erasmus plus, il programma europeo per l’istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport. In quell’anno solo 2 Province in Italia hanno avuto tale l’assegnazione.

La Carta Vet rappresenta una grande opportunità che premia l’impegno nell’organizzazione di attività di mobilità in ambito di istruzione formazione. Le scuole che hanno aderito al bando provinciale, permettendo agli studenti di partecipare all’assegnazione delle borse di studio, sono: per Grosseto il polo liceale “Pietro Aldi”, l’Isis “Bianciardi”, l’Isis “Fossombroni”, l’Isis “Leopoldo II di Lorena” e il polo “Manetti-Porciatti”, per Follonica il polo liceale e per Monte Argentario l’Isis “Da Verrazzano”.

Sono state assegnate 75 borse di studio della durata di 35 giorni a studenti che stanno terminando la classe IV e 8 borse di studio a neodiplomati nell’anno in corso che avranno la durata di 3 mesi, da settembre a dicembre 2021.

Le destinazioni scelte, anche in base alle garanzie offerte in ambito di normativa anticovid, sono Spagna, Portogallo e Malta.

“Come amministrazione abbiamo potenziato le nostre attività in ambiti progettuali a valenza nazionale e internazionale – commentano il presidente della Provincia Antonfrancesco Vivarelli Colonna e la consigliera con delega all’Istruzione Olga Ciaramellae questo ci ha permesso di partecipare al progetto europeo Erasmus plus e di concorrere alla candidatura alla Carta Vet. Si tratta di una grande opportunità per i nostri studenti sia per la propria crescita personale, attraverso il confronto e lo scambio con altre realtà, sia per migliorare la conoscenza delle lingue straniere. Avere sul posto un rappresentante dell’amministrazione, inoltre, consentirà di organizzare visite istituzionali ai sindaci e ai presidenti delle Province ospitanti”.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button