Enzo Costanzo presenta “Stalag XI B prigioniero 158294”

Verrà presentato sabato 16 marzo alle 18.30, nella sede del Centro Studi Don Pietro Fanciulli, il libro a cura di Enzo Costanzo dal titolo “STALAG XI B PRIGIONIERO 158294”. Il titolo è la piastrina di riconoscimento di un santostefanese, Mario Gaibisso, internato nei lager tedeschi dal 1943 al 1945 di cui Costanzo ha avuto dalla figlia Antonella il diario della lunga prigionia ed insieme hanno deciso che meritava di essere pubblicato.

Gaibisso fa parte del gruppo di 650.000 IMI (Internati Militari Italiani) di cui la storia si è “dimenticata” per decenni. Una “vittima” dell’8 settembre del ’43 quando la firma dell’armistizio da parte di Badoglio e la fuga del Re d’Italia sembravano aver posto fine alle ostilità. In realtà si apriva un capitolo ancora più doloroso. I soldati furono chiamati a scegliere tra l’adesione alla Repubblica di Salò o l’alleanza con gli americani. Mario Gaibisso, diciannovenne militare della Regia Marina, rifiutò il fascismo e fu catturato e deportato in Germania. Nei mesi trascorsi tra soprusi di ogni genere ebbe la lucidità di scrivere un diario in modo quasi distaccato, come un eccellente cronista che racconta le sue vicissitudini che si intrecciano con la Grande Storia.
Lo scritto è riportato fedelmente, compresi gli errori ed alcune pagine sono state scannerizzate e riprodotte, tra foto dell’epoca ed altre più recenti con i familiari. E poi i ricordi, le lettere scritte dai campi per dire che “andava tutto bene” e le banconote farsa che potevano essere spese solo al loro interno.
Un lavoro esaustivo, questo di Costanzo, ma che potrebbe avere un proseguo. Infatti ha già in corso un lavoro di ricerca riguardante altri militari santostefanesi che hanno servito la Patria, alcuni fino all’estremo sacrificio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top