Pubblicato il: 25 Ottobre 2019 alle 10:54

AmbienteCastiglione della Pescaia

“Ensemble”: il progetto sulle buone pratiche della pesca arriva a Castiglione della Pescaia

Si sono ritrovati questa mattina, all’interno del Museo Casa Rossa Ximenes a Castiglione della pescaia, tutti i partner del progetto

Si sono ritrovati questa mattina, all’interno del Museo Casa Rossa Ximenes a Castiglione della pescaia, tutti i partner del progetto “Ensamble” per proseguire gli incontri e lo scambio di esperienze sulle buone pratiche di uno sviluppo sostenibile della pesca tra le comunità costiere del Mediterraneo.

«Il Flag “Costa degli Etruschi” – spiega Elena Nappi, vicesindaco della cittadina costiera che segue anche le politiche ambientali – è capofila di questo progetto europeo del quale fanno parte, oltre Castiglione della Pescaia, altra realtà della provincia di Grosseto, la regione della Corsica in Francia e alcune località della Tunisia, come Tabarka ed El-Haouria».

«Continua il lavoro iniziato alcuni mesi fa – aggiunge Elena Nappi –, verificando l’andamento delle proposte avanzate e messe in pratica sui territori, una sinergia che sta diventando sempre più interessante. L’obiettivo generale del progetto “Ensamble” è quello di promuovere lo sviluppo dell’economia blu nel Mediterraneo attraverso una più stretta collaborazione tra attori marittimi pubblici e privati coordinati dal Flag “Costa degli Etruschi” per la Regione Toscana. Il Flag include nella sua partnership associazioni professionali di pesca e acquacoltura, piccole e medie imprese, Comuni e sindacati della pesca. Il partenariato contempla la partecipazione della cooperativa innovativa con sede nel Mediterraneo (Petra Patrimonia Corsica), dell’associazione ambientalista italiana (Legambiente Toscana), dell’Associazione tunisina (Wwf Nord Africa) e il sostegno del Ministero tunisino dell’Agricoltura, delle risorse idriche e della pesca. Per noi questo significa aver compiuto un importante passo avanti in un settore strategico dell’economia castiglionese».

«Il progetto – ricorda Elena Nappi prevede lo scambio di buone pratiche e l’attuazione di azioni pilota per accrescere le capacità professionali degli operatori della pesca nel Mediterraneo e di sicuro porterà allo sviluppo di nuove opportunità in ambito lavorativo nel settore del turismo e nell’indotto».

Il Flag “Costa degli Etruschi” è un gruppo di azione costiera che opera nel settore della pesca e dell’acquacoltura e interviene sui comuni di Grosseto, Castiglione della Pescaia, Magliano in Toscana, per la provincia di Grosseto, e sul territorio di Livorno, Cecina, Rosignano, San Vincenzo e Isola d’Elba, per la provincia di Livorno.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su