Costa d'argentoPolitica

Verso le Regionali, Tellini: “Pescatori e laguna patrimoni da valorizzare meglio”

I Pescatori di Orbetello sono un’azienda agricola. I terreni in cui lavorano e da cui traggono i frutti sono fatti d’acqua, la laguna di Orbetello“.

A dichiararlo è Enrico Tellini, candidato del Partito democratico alle prossime elezioni regionali.

“Un luogo fantastico, unico, di grandissimo valore ambientale, paesaggistico ed economico. Il simbolo di una città – spiega Tellini -. I Pescatori sono una comunità dentro un’altra comunità più grande e la loro importanza deriva dal ruolo che è stato loro delegato: mantenere la laguna e renderla produttiva, conservarla per gli orbetellani e per il mondo. La decisione su come e se prorogare la concessione alla società Orbetello Pesca Lagunare, cioè con i pescatori di Orbetello, è stata però affrontata con superficialità e la deliberazione assunta alla fine, lasciatemelo dire, è stata deludente. Ovviamente non parlo della forma legale, bensì di un atto che richiamando un rapporto contrattuale che affonda le sue radici nella storia di questa comunità, poteva fare, nell’interesse di tutti, un grande passo in avanti”.

“La comunità di Orbetello non può fare a meno della risorsa della pesca in laguna. E’ innegabile l’effetto economico che riveste sia per le casse comunali che per i riflessi occupazionali e di ricaduta sul sistema commerciale locale – sottolinea il candidato -. Proprio per queste valenze occorreva prendere decisioni con un occhio proteso verso il futuro. All’azienda, la comunità ha affidato un’attività preziosa, ciclicamente ad essi attribuita, di fondamentale importanza. Ci percorre un brivido al solo pensiero di immaginare uno scenario della laguna senza i suoi attori storici; li ritengo un valore, che noi non solo li dobbiamo conservare, ma li dobbiamo ancor più esaltare. Però è altrettanto innegabile che i tempi sono cambiati, sono cambiate le circostanze ambientali della laguna, ma soprattutto sono cambiate le tecniche commerciali e produttive delle aziende. Rinnovare una convenzione vecchia di 20 anni senza un piano industriale rinnovato è quanto meno anacronistico . Ecco…..è mancato fare quel passo in avanti“.

“L’azienda spesso è coinvolta dalla Regione per attuare lavori od opere a favore della bonifica e della manutenzione della laguna. E’ un soggetto che ha senz’altro esperienza. Ma occorre anche in questo caso spingere l’azienda a modernizzarsi, a diventare più competitiva sul mercato – termina Tellini -. C’è in gioco il ‘nome’ di Orbetello e di tutta la filiera connessa, sotto il punto di vista ambientale, produttivo e turistico“.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button