Politica

Vaccini, Ripani: “I sindaci maremmani alzino la voce contro il rinvio dell’obbligo”

Sui vaccini la situazione che si è creata è paradossale“.

A dichiararlo è la deputata grossetana di Forza Italia, Elisabetta Ripani.

“Quando la senatrice pentastellata Paola Taverna racconta della processione a casa del cugino malato per contagiarsi e paragona i vaccini ai ‘marchi delle bestie’, quando una mamma si vanta sui social di aver falsificato i documenti delle vaccinazioni del figlio, l’evoluzione umana scompare in un soffio – spiega la deputata -. Certe affermazioni sono un insulto alle conquiste della scienza, si affidano la vita e la salute dei bambini a chi fa della politica uno show di basso livello. A questo si aggiunge un Ministro della salute, con portafoglio ma a quanto pare senza bussola, Giulia Grillo, che, con l’aggravante di essere medico, vuole rinviare l’obbligo vaccinale. Pura follia“.

“Fortunatamente, mentre in quel di Roma chi ci governa strumentalizza i vaccini per mantenere il consenso popolare, concentrandosi unicamente su voti e logiche di partito, ci pensano i medici, gli immunologi, i dirigenti scolastici e le famiglie coscienziose a sconfessarli – continua Elisabetta Ripani -. Una rivolta senza colori politici, perché quando si parla della vita dei bambini l’unica cosa da fare è mettere la tessera di partito in tasca e una mano sulla coscienza. Adesso occorre che le istituzioni, ad ogni livello e a prescindere dalle bandiere di partito, garantiscano la salute dei piccoli. Il Consiglio comunale di Grosseto a febbraio ha respinto in modo compatto una mozione del Movimento 5 Stelle che chiedeva la possibilità di far terminare l’anno scolastico ai bambini non vaccinati, aprendo di fatto la strada al rinvio dell’obbligo vaccinale. Si segua quella linea, sostenuta dalla maggioranza e parte dell’opposizione“.

“Si facciano sentire i Comuni maremmani, i sindaci dichiarino il dissenso alla proposta del Movimento 5 Stelle e si adoperino affinché le famiglie provvedano a vaccinare i loro figli. Su un tema così delicato non esistono scuse o scusanti, o si è favorevoli ai vaccini o si è contro, le zone d’ombra non sono ammesse – termina la deputata -. Rinviare è solo un’inutile perdita di tempo e può solo danneggiare i bambini, specialmente gli immunodepressi. Stregonerie e complotti li lascio ai comici che si improvvisano politici. Seguiamo la medicina e vacciniamo i nostri bambini“.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button