Educational tour: operatori turistici in visita in Maremma

Si è appena concluso un educational tour che ha portato operatori economici italiani e stranieri del settore turistico, in particolare del crocierismo, alla scoperta di luoghi suggestivi da far conoscere ai turisti in transito tra Livorno e Grosseto.

Il programma – Cantine d’autore e molto altro –

Tre giorni intensi, quelli che hanno portato sette tour operator e una blogger a vivere un turismo esperienziale. Sono partiti dalla Rocca di san Silvestro e dal Parco Archeominerario per approdare alla Rocca di Frassinello, cantina progettata dall’archistar Renzo Piano, che accoglie al suo interno anche un Centro di documentazione etrusca, e alla vicina necropoli etrusca di San Germano.

Hanno scoperto dalla testimonianza in prima persona di uno di loro, Sergio Amenta, l’arte e la sapienza de “I pescatori di Orbetello” nell’utilizzo della splendida laguna per la pesca di orate e cefali, così come la maestria nella trasformazione del pescato in cibi che hanno meritato il presidio Slow food.

Il drappello di operatori si è quindi spostato alle Fortezze spagnole di Porto Santo Stefano e di Porto Ercole, nella cornice straordinaria dell’Argentario, e qui con la guida esperta di Giuseppe Alessandro Fichera, archeologo Coop.Era è tornato indietro nel tempo fino ai reperti della nave del Campese, affondata nelle acque davanti al Giglio tra sei e settecento anni prima di Cristo; per poi scoprire con la mostra “Maestri d’ascia” uno degli antichi mestieri tuttora praticati da un manipolo di validissimi artigiani.
Lezioni di cucina, infine alla tenuta agricola “La Parrina”, e ripartenza, mercoledì 20 marzo, per la costa livornese.

Tra i tour operator presenti, i rappresentanti delle agenzie che offrono servizi alle principali compagnie di crociera operanti in Italia, quelli di compagnie straniere che offrono servizi alle navi a livello internazionale, i rappresentanti di compagnie crocieristiche nel settore lusso, su mercati europei e soprattutto americani, ed infine un blogger “influencer” del settore.
Un segmento di operatori di livello interessati ad “esperienze” di cui i turisti sono sempre più alla ricerca; come ad esempio il settore dei repeaters, ovvero coloro che hanno già visitato le “capitali” del turismo di massa e quindi si orientano verso esperienze “emozionali” e autentiche alla ricerca della qualità e del non convenzionale.

La Camera di commercio è partner del progetto europeo denominato ItinERA – Itineraires ecologistiques, che punta a creare una rete e sviluppare itinerari comuni tra le diverse mete turistiche. L’idea rivoluzionaria di fondo è rivolgersi allo stesso pubblico proponendo percorsi condivisi tra più territori, anziché farsi concorrenza l’uno con gli altri. D’elezione, gli itinerari si rivolgono al crocierismo di nicchia, dedicati a temi specifici come l’enogastronomia di qualità e la valorizzazione del patrimonio archeologico e culturale. Altra caratteristica di Itinera è quella di coinvolgere nelle attività soggetti privati protagonisti ognuno di eccellenze territoriali, e mendiante il dialogo tra pubblico e privato arrivare a definire proposte innovative. Itinerari che, rivolti ad un turismo di qualità, hanno un occhio privilegiato verso l’ecoturismo e che raccontano “storie” legate al vino, agli Etruschi, ad altri popoli antichi del Mediterraneo e all’enogastronomia, spostandosi da una destinazione all’altra, da Cagliari a Portofino, dall’Argentario alla Corsica, dall’Elba a Tolone, i turisti potranno fare escursioni di uno o due giorni progettate ad hoc per valorizzare al massimo le nostre ricchezze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top