Colline del FioraCultura & Spettacoli

Divulgazione scientifica: ricercatore maremmano membro della giuria del premio nazionale

Si tratta di Edoardo Cherubini di Saturnia

Anche quest’anno, per la terza volta di fila, il ricercatore di Saturnia Edoardo Cherubini farà parte della giuria del premio nazionale di divulgazione scientifica – Giancarlo Dosi.

L’Associazione italiana del libro ha bandito l’edizione 2021 del premio nazionale di divulgazione scientifica – Giancarlo Dosi aperta alla partecipazione di autori italiani o stranieri, ricercatori, docenti di ogni ordine e grado, giornalisti e studiosi.

Il premio, la cui partecipazione è gratuita, è suddiviso e nelle seguenti 5 aree scientifiche:

  • Scienze matematiche, fisiche e naturali;
  • Scienze della vita e della salute;
  • Ingegneria e architettura;
  • Scienze dell’uomo, storiche e letterarie;
  • Scienze giuridiche, economiche e sociali.

Il premio è aperto alla partecipazione di ricercatori, docenti di ogni ordine e grado, giornalisti, studiosi e autori italiani o stranieri, con l’obiettivo di contribuire a rafforzare il settore del libro e della lettura in Italia, in particolare per quanto riguarda la saggistica rivolta a un’efficace divulgazione scientifica; affermare la centralità dell’informazione e della divulgazione scientifica per il progresso della società; favorire nei giovani l’interesse per la cultura scientifica; contribuire a creare una cultura diffusa dell’innovazione e del sapere.

A partire dalla presente edizione che prevede la sola sezione “Libri”, è stata introdotta una importante novità: la sezione speciale dedicata ai membri di HuB Divulgazione: la rete dei divulgatori italiani. Il progetto nasce con l’obiettivo di costruire una rete di organizzazioni che si occupano di divulgazione e che sono accomunate dalla stessa finalità: sensibilizzare i pubblici verso un approccio critico all’informazione e suscitare curiosità e interesse verso gli argomenti scientifici.

Presidente del comitato scientifico è Giorgio De Rita, segretario generale del Censis. La giuria nazionale è costituita da oltre duecento professori delle diverse università italiane e studiosi delle materie scientifiche.

Nell’ultima edizione il riconoscimento “Giancarlo Dosi per la divulgazione scientifica”, dedicato agli autori che hanno dato un contributo fondamentale nella divulgazione scientifica in Italia e all’estero, in memoria del fondatore del premio, è stato attribuito al professor Luciano Canfora che è intervenuto durante la cerimonia ricordando l’importanza della divulgazione. Nelle precedenti edizioni tale riconoscimento è stato assegnato a Simonetta Di Pippo, direttrice dell’Ufficio delle Nazioni Unite per gli affari dello spazio extra-atmosferico, per il suo impegno nella divulgazione scientifica, alla ricercatrice e virologa italiana Ilaria Capua e all’astronauta Esa, Samantha Cristoforetti.

Il premio nazionale di divulgazione scientifica è organizzato dall’Associazione italiana del libro. Main Partner del premio sono Bper Banca e il Cnr (Consiglio nazionale delle ricerche). Fra i partner l’Airi, Associazione italiana per la ricerca industriale, e Biometec, Dipartimento di scienze biomediche e biotecnologiche dell’Università di Catania. Patrocinano la manifestazione il Mibact, il Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, l’Ugis (Unione giornalisti italiani scientifici), il Comune di Roma, l’Università telematica internazionale Uninettuno, l’Istituto della enciclopedia italiana fondata da Giovanni Treccani, la rete dei Parchi letterari e la Fondazione Ippolito Nievo. Media partner del premio sono la Web tv del Cnr, l’Almanacco della Scienza, quindicinale a cura dell’ufficio stampa del Cnr e “Leggere tutti”, mensile del libro e della lettura.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button