Economia

Economia circolare: Acquedotto del Fiora al fianco delle imprese locali

Il 15 luglio a Monte Argentario il convegno nazionale per presentare il Protocollo

Dopo mesi di lavoro e confronto con tutti gli attori istituzionali ed economici del territorio, compresi gli istituti di credito, il protocollo di economia circolare di AdF (Acquedotto del Fiora spa) è pronto a spiccare il volo, anzi, ad atterrare nella realtà. Sì, perché con questo progetto, primo in Italia nel suo genere, AdF mette in campo una grande opportunità per le imprese locali, a maggior ragione nell’attuale fase di crisi post emergenza sanitaria.

Obiettivi, contenuti e funzionamento verranno presentati in un convegno nazionale organizzato da AdF per mercoledì 15 luglio a Monte Argentario, all’Argentario Golf Resort & Spa di Porto Ercole, dal titolo “Fare economia circolare – Per il benessere della comunità e del territorio“, al quale parteciperà anche il sottosegretario al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti Salvatore Margiotta.

“Il 15 luglio non è un punto di arrivo, ma di partenza – fanno sapere da AdF, l’inizio di un percorso che vedrà il territorio unito per dare vita a un green new deal post Covid“. L’evento si svolgerà nel pieno rispetto delle normative vigenti in materia di sicurezza e tutela della salute, in virtù delle quali la partecipazione è rigorosamente su invito e il numero dei presenti contingentato.

Porteranno i saluti istituzionali anche il presidente del consiglio regionale della Toscana Eugenio Giani, il presidente della Provincia di Siena Silvio Franceschelli e l’assessore all’ambiente del Comune di Grosseto Simona Petrucci, insieme al primo cittadino di Monte Argentario Francesco Borghini. Alle 10.30 inizieranno i lavori della sessione mattutina, dal titolo “L’economia circolare per la ripartenza del territorio: il protocollo di AdF“, che verrà aperta dall’intervento del presidente di AdF Roberto Renai e condotta dal giornalista de La Stampa Roberto Giovannini. A seguire prenderanno la parola Alessandro Faienza, general manager della Toscana di Banca Monte dei Paschi di Siena, Fabio Becherini, direttore generale di Banca Tema, Leonardo Marras (Regione Toscana), Giordano Colarullo (direttore Utilitalia), Michaela Castelli (presidente Acea) e Andrea Guerrini (Arera). A chiudere sarà Piero Ferrari (amministratore delegato di AdF).

Il pomeriggio ospiterà una sessione operativa a numero chiuso dal titolo “Il ruolo dell’economia circolare nell’era post Covid: il modello toscano“, che vedrà la presenza dei presidenti delle società che gestiscono il sistema idrico integrato sul territorio regionale: Roberto Renai (AdF), Stefano Taddia (Asa), Vincenzo Colle (Gaia), Paolo Nannini (Nuove Acque), Lorenzo Perra (Publiacqua) e Giuseppe Sardu (Acque). Alla tavola rotonda parteciperanno anche Giovanni Papaleo (Chief Operating Officer del Gruppo Acea, responsabile Area industriale idrico e presidente di Areti), Alessandro Mazzei (Direttore di Ait) e Alfredo De Girolamo (presidente Conferservizi Cispel Toscana), oltre a Federico Balocchi, sindaco del Comune di Santa Fiora, socio pubblico di AdF.

Per scoprire i dettagli del protocollo sarà necessario attendere mercoledì 15 luglio, data ufficiale per il lancio di questo innovativo strumento, finalizzato allo sviluppo economico del territorio e vocato alla sostenibilità ambientale e sociale. AdF, prima stazione appaltante per le province di Grosseto e Siena, intende così dare un contributo concreto al rilancio dell’economia locale, in linea con la sua mission aziendale: “Lavoriamo per il benessere della comunità e del territorio“.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button