AttualitàColline del Fiora

Il paese ha due dottori di ricerca: ecco chi sono

Si tratta dei dottori Edoardo Cherubini e Giulia Piccini

Saturnia ha due dottori di ricerca, il più alto grado di istruzione previsto nell’ordinamento accademico italiano. Si tratta dei dottori Edoardo Cherubini e Giulia Piccini. Entrambi hanno conseguito, lo scorso 13 febbraio, il dottorato di ricerca presso l’Università degli studi di Siena (dipartimento di Scienze della vita).

Dopo essersi diplomato all’Itt di Manciano, Edoardo Cherubini, si laurea in Scienze biologiche al dipartimento di Neuroscienze (sezione di Farmacologia) e successivamente in Biologia molecolare e cellulare con una tesi sperimentale dal titolo “Identificazione e caratterizzazione strutturale di metaboliti di Brassica oleracea var. acephala mediante spettrometria di massa avanzata”, sviluppata con l’Università degli studi di Siena e con il Consiglio nazionale delle ricerche (area della ricerca di Pisa), sotto la supervisione del professor Gianluca Giorgi e della professoressa Lorenza Bellani. Nel 2015 consegue la seconda laurea e nel 2016 è vincitore di una borsa di studio per giovani ricercatori. Nello stesso anno entra nel gruppo di lavoro di VisMederi srl, dove consegue il dottorato di ricerca in Scienze della vita e dove si occupa di test sierologici per studi clinici, per la valutazione dell’immunogenicità dei nuovi vaccini antinfluenzali e la caratterizzazione di ceppi di Neisseria meningitidis (sierogruppo B) tramite il progetto Mats-Elisa (meningococcal antigen typing system-enzyme linked immunosorbent assay). Il titolo della tesi di dottorato di ricerca è “Immunogenicity evaluation of a novel plant-derived quadrivalent influenza vaccine through microneutralization and single radial haemolysis assays” (relatore: professor Emanuele Montomoli), sullo studio dei meccanismi patogenetici e fisiopatologici alla base di malattie acute e croniche.

Giulia Piccini, all’Università degli studi di Siena, si laurea nel 2011 in Biotecnologie, nel 2013 consegue la laurea specialistica in Biotecnologie mediche con una tesi sperimentale sulla comparazione di saggi sierologici per la titolazione di anticorpi anti – influenzali, svolta all’interno di VisMederi sotto la supervisione del professor Emanuele Montomoli. Lavora in azienda dal 2012 dove si è occupata dello sviluppo di colture cellulari, revisione delle procedure operative di metodo, implementazione di test sierologici per la valutazione di vaccini anti-influenzali e della tipizzazione di antigeni di meningococco gruppo B (MenB) all’interno del progetto Mats (Meningococcal Antigen Typing System). Il titolo della tesi del dottorato di ricerca è “Evaluation of influenza lentiviral pseudotypes as an alternative source of antigen in the neuraminidase inhibition enzyme-linked lectin assay” (relatore: professor Emanuele Montomoli, correlatore: dottoressa Giulia Lapini), che si concentra sulla validazione di un metodo innovativo per quantificare la risposta anticorpale verso la neuraminidasi, una componente chiave nei vaccini anti-influenzali di nuova generazione.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button