AttualitàGrosseto

Epifania all’insegna della solidarietà: il Cisom dona giocattoli ai bambini bisognosi

Il nuovo anno per il gruppo Grosseto Cisom – Corpo italiano di soccorso dell’Ordine di Malta inizia all’insegna della solidarietà

Il nuovo anno per il gruppo Grosseto Cisom – Corpo italiano di soccorso dell’Ordine di Malta inizia all’insegna della solidarietà, come si è concluso il 2019.

Infatti, dopo la visita dello scorso 21 dicembre al reparto di Pediatria ed al Pronto soccorso pediatrico dell’ospedale della Misericordia del capoluogo maremmano, durante la quale sono stati distribuiti giocattoli a tutti i piccoli ospiti, in occasione dell’Epifania del Signore, fanno sapere dalla segreteria del gruppo di Grosseto, “abbiamo rivolto la nostra attenzione alle famiglie in difficoltà della Diocesi di Grosseto ed in particolare appartenenti alla chiesa di San Giuseppe Benedetto Cottolengo di Grosseto, donando un cospicuo quantitativo di giocattoli a don Gian Paolo Marchetti che, riservatamente, ne curerà la consegna ai bimbi meno fortunati della sua parrocchia”.

Dal Cisom desiderano specificare i motivi di questa scelta: “Questa è una festa religiosa che nel tempo però ha preso una connotazione diversa. Noi nel nostro piccolo con questo gesto di carità abbiamo voluto evocare il viaggio dei Magi che giunsero da oriente: ‘Dov’è colui che è nato, il re dei Giudei? Abbiamo visto spuntare la sua stella e siamo venuti ad adorarlo’. Ringraziamo ancora una volta il generoso contributo di Andreini Giocattoli – Toys Center Grosseto, che ci ha permesso di riportare un sorriso sul viso dei bimbi in questa importante festa“.

Nel 2020 ricorrerà il 50° anniversario della fondazione del Cisom, avvenuta il 24 giugno 1970, data in cui  l’Ordine di Malta, attivo da 900 anni nell’aiuto dei poveri, dei malati e degli ultimi, festeggia in tutto il mondo il suo patrono San Giovanni Battista. I soccorritori Cisom intervengono in occasione di gravi calamità come strumento di protezione civile per l’Italia. Il Corpo è costituito da oltre 4.500 volontari, tra cui medici, infermieri, psicologi e specialisti del soccorso in mare, movimentazione terra, etc., organizzati sul territorio in raggruppamenti, gruppi e sezioni e, ancora, nuclei specialisti quali unità cinofile, Vepi e Colonna cucine.

Anche l’articolazione periferica di Grosseto, già attiva nel campo sociale, sanitario e religioso ha da poco un’aliquota di volontari abilitati come operatori di colonna mobile di Protezione civile della Regione Toscana.

I “baschi rossi”, copricapo che da sempre contraddistingue il volontario Cisom, sono alla continua ricerca di nuovi elementi da formare ed impiegare nelle attività proprie del Corpo.

Dal Cisom vogliono spiegare brevemente il perché del colore rosso del basco: “Deriva da quello della dalmatica con croce latina bianca che i cavalieri indossavano sull’armatura durante la battaglia e che ancora oggi, i professi, indossano al momento dell’investitura. Oggi, invece, sono altre le battaglie che vedono protagonisti i volontari Cisom che contrastano la povertà, la malattia, la sofferenza, la solitudine e le crisi umanitarie”.

Dalla segreteria Cisom informano che sono aperte le iscrizioni per il nuovo corso gratuito di protezione civile che si terrà sabato 18 gennaio e sabato primo febbraio, dalle 14 alle 20, nella sede del gruppo in via Ferrucci n. 11; i posti sono limitati e sono già molte le richieste pervenute. Tutte le informazioni possono essere richieste direttamente al Cisom scrivendo un’e-mail all’indirizzo gruppo.grosseto@cisom.org oppure visitando la pagina ufficiale di Facebook cisom.grosseto e il profilo Instagram cisom_grosseto.

“Seduli in accurrendo, alacres in succurrendo – Tempestivi nell’accorrere, efficaci nel soccorrere. Questo è il nostro motto”, conclude il Cisom.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button