Pubblicato il: 11 Giugno 2019 alle 14:10

GrossetoSalute

Un nuovo ecocardiografo per la Cardiologia: è stato donato dagli Amici del Cuore

Una dimostrazione di grande generosità, il gesto dell’associazione Amici del Cuore di Grosseto, che ha donato un ecocardiografo alla Cardiologia

Una dimostrazione di grande generosità, il gesto dell’associazione Amici del Cuore di Grosseto, che ha donato un ecocardiografo alla Cardiologia del Misericordia.

La onlus “Amici del cuore”, fondata dalla dottoressa Silva Severi, ex direttore della Cardiologia dell’ospedale di Grosseto e attualmente presieduta da Luca Pantani, sostiene l’ospedale cittadino e la sanità locale da oltre 15 anni, raccogliendo fondi per l’acquisto di numerosi importanti strumenti e apparecchiature elettromedicali per la prevenzione e la cura delle patologie cardiache.

Lo strumento consegnato oggi alla Cardiologia è un’ulteriore conferma della vicinanza del terzo settore ai servizi sanitari e ai cittadini, primi beneficiari dell’assistenza – commenta il dottor Ugo Limbruno, direttore dell’Uoc della Cardiologia del Misericordia -. Per noi, il sostegno delle associazioni e in questo caso degli Amici del Cuore, sempre costante nel tempo, è fondamentale perché aiuta i professionisti mettendoli in condizioni di utilizzare strumenti di ultima generazione, ma soprattutto dà loro la possibilità di poter offrire un servizio di diagnostica potenziato e di qualità. Inoltre, questa donazione arriva proprio adesso che è partita a pieno regime l’attività della nuova ala del Misericordia, per cui è sempre bene avere nuove strumentazioni. Ringrazio quindi tutti i membri della onlus grossetana per il loro gran cuore”.

Questa donazione è il primo importante traguardo da quando sono diventato presidente dell’associazione – dichiara Luca Pantani –. Sono contento che grazie all’impegno di tutti i membri della onlus siamo riusciti a concretizzare tale obiettivo, utile per la comunità. Continueremo a collaborare per realizzare ogni azione di sostegno che sia nelle nostre possibilità, soprattutto quando questo significhi un aiuto ulteriore a quanto già la Asl fa per i suoi assistiti. I progetti in campo sono tanti e ci adopereremo con il massimo delle nostre risorse e grazie al contributo della popolazione”.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su