Salute

Donate da Abio le baby mascherine per i bambini in pediatria

Questa mattina la Presidente di ABIO Grosseto – Associazione Bambini in Ospedale Cristina Cardarelli, ha consegnato all’Ospedale Misericordia un centinaio di baby mascherine da distribuire ai bambini nell’ambulatorio del reparto di Pediatria. Le mascherine chiamate ABIO-mask oltre ad essere “cucite su misura” per i piccoli pazienti sono anche decorate con allegri disegni a colori.
Inoltre, da un’idea del gruppo infermieristico del reparto, ABIO ha disegnato per gli operatori sanitari 100 mascherine con emoticon e facce buffe. L’obiettivo delle “Baby ABIO-mask” e delle mascherine emoticon è quello di sdrammatizzare per i bambini l’impatto con l’Ospedale.
“Ringrazio sentitamente ABIO e i suoi volontari e volontarie per questo progetto delle mascherine – ha detto Monica Calamai, Direttore del Presidio Misericordiache è solo una delle numerose iniziative intraprese dall’Associazione a favore dei nostri piccoli pazienti in questi anni”.

La Presidente ABIO Grosseto Cristina Cardarelli racconta – “A malincuore abbiamo interrotto i nostri turni in reparto già dalla fine del mese di febbraio, ma fin da subito ci siamo attivati per cercare una strada alternativa per stare, per quanto possibile, accanto ai bambini. Sono nate diverse idee come la condivisione, tramite la nostra pagina Facebook, di storie raccontate dai volontari o piccoli tutorial di vario genere”.

Susanna Falorni, Direttore della UOC Pediatria aggiunge “Mi unisco ai ringraziamenti della dottoressa Calamai alle volontarie e volontari di ABIO Grosseto che anche a distanza, durante il lockdown, non ci hanno mai fatto mancare il loro sostegno. Le Baby Abio-mask che doneremo ai bambini saranno anche un ottimo strumento di educazione sanitaria per insegnare ai bambini la cura del prossimo e di sé stessi.
Per quanto riguarda il Covid-19 – conclude la dottoressa Falorni – al Misericordia non abbiamo avuto nessun bambino ricoverato, e dei 194 tamponi effettuati ai bambini in questi mesi, solo 2 sono risultati positivi e fortunatamente entrambi i piccoli sono già negativizzati e in buona salute”.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button