Cultura & Spettacoli

Domenica ultimo spettacolo della rassegna “Non ci resta che ridere”. In scena “Falstaff… e le allegre baruffe di Windsor”

“Non ci resta che ridere” si congeda dal pubblico grossetano con l’ultimo spettacolo del festival di teatro comico e tragicomico di Grosseto.

A chiudere la rassegna, domenica 21 aprile, sarà la commedia “Falstaff… e le allegre baruffe di Windsor”, in programma al Teatro degli Industri alle 17 e, in replica, alle 21.

La rappresentazione, tratta da William Shakespeare per la regia di Giacomo Moscato, sarà portata in scena dal laboratorio teatrale “Ridi pagliaccio” di Grosseto e vedrà salire sul palco Giacomo Moscato, Gianluca Guelfi, Fabrizio Bonifazi, Anna Davì, Laura Sbrana Adorni, Manuela Montecchi, Andrea Strati, Luca Peretti, Gabriele Fanciulli, Marco Frassinetti, Gemma Collecchi e Giuseppe De Rosa.

Lo spettacolo

John Falstaff, con ogni probabilità, è il personaggio più sbruffone, irriverente, cialtrone, buffo, scorretto, buontempone, esagerato, amaro, impenitente di tutto il teatro elisabettiano. La leggenda racconta che la regina Elisabetta I in persona fosse una sua fan: dopo aver riso a crepapelle delle sue gag strepitose nell’”Enrico IV”, infatti, chiese a Shakespeare di scrivere un’altra commedia che avesse Falstaff per protagonista. Il testo che ne scaturì fu il celebre “Le allegre comari di Windsor”, e il vecchio Falstaff salì per sempre nell’Olimpo dei personaggi immortali: secoli dopo, Giuseppe Verdi gli ha dedicato un’opera straordinaria, Orson Welles un film ed un’interpretazione memorabili, il Teatro alcune delle più belle interpretazioni della storia.

Questo spettacolo si propone di far riscoprire al pubblico teatrale l’ineguagliabile vivacità del personaggio, l’energia corpulenta che sprigiona a ogni suo movimento, lo spassoso entusiasmo che suscita a ogni sua battuta; il tutto, in una sorta di summa delle opere che lo ritraggono, trionfo di un mito individuale, ma anche di un incredibile coro di personaggi celeberrimi: dal giovane Enrico V al furente Mastro Ford, dalle comari Meg e Alice alla pettegola Monna Quickly, dalla proverbiale ostessa della Giarrettiera al tenero e indifeso Silence.

Il Festival è organizzato dal Comune di Grosseto e dal laboratorio teatrale “Ridi pagliaccio”, in collaborazione con la Federazione italiana teatro amatori, l’Associazione volontari ospedalieri e l’Associazione grossetana arti figurative.

Biglietti

L’ingresso agli spettacoli costa 10 euro. I biglietti sono disponibili in prevendita nel negozio Expert Bartolucci in via dei Mille 3/5/7 a Grosseto (tel. 0564/410155 ), mentre il giorno stesso dello spettacolo i tagliandi possono essere acquistati al botteghino del Teatro degli Industri dalle 16.

Per informazioni, è possibile contattare il Teatro degli Industri al numero 0564.21151 o consultare il sito www.ridipagliaccio.it.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button