Salute

Salute: quasi 500.000 italiani colpiti dall’influenza

Ecco gli ultimi dati e qualche consiglio utile

Erano anni che non si contava un numero così alto di attacchi influenzali: in questo 2019, infatti, sono stati circa 500mila gli italiani colpiti dall’influenza. Se si esclude la stagione 2009-2010, addirittura peggiore dell’attuale, era da 15 anni che non si presentavano dei numeri di questo livello. E la fine di novembre sta spingendo oltre l’asticella, dato che ultimamente l’influenza ha costretto a letto circa 143mila cittadini della Penisola, con una vera e propria epidemia che al momento sfiora, come detto, le 500mila unità (482mila, per la precisione). Questi sono i dati che emergono dal report InfluNet, prodotto dall’Istituto superiore di sanità, e che giustificano l’attuale “corsa al vaccino”, che sta diventando una consuetudine per molti italiani.

Influenza, come si previene?

Come si dice in questi casi, prevenire è meglio che curare. Una regola che vale soprattutto per l’influenza e per gli attacchi febbrili, e che vede nei vaccini di riferimento uno dei capisaldi più importanti, se non il principale. Chiaramente, oltre al vaccino, ci sono tante altre buone abitudini da seguire, e una delle principali è la seguente: evitare gli sbalzi termici, che possono mettere a dura prova il nostro organismo e il suo sistema immunitario. Poi si consiglia di coprirsi per bene, anche in quelle giornate dove si intravedono scampoli (sempre più rari) di sole, perché le temperature sono comunque basse. Altri suggerimenti utili? Una corretta idratazione (almeno due litri di acqua al giorno) e un’alimentazione bilanciata, possibilmente ricca di frutta e verdura, per fare il pieno di vitamine e di minerali. Infine, ai primi sintomi di stanchezza, meglio riposarsi un po’.

Le possibili cure

Purtroppo la prevenzione non sempre riesce a proteggerci dall’influenza, e quando arriva dobbiamo farci trovare pronti per combatterla, e per supportare il nostro corpo nella lotta. Per prima cosa si suggerisce di usare prodotti specifici come la tachipirina, che tra l’altro può essere reperita anche sul web nei portali specializzati nella vendita di medicinali online. Un ottimo sistema per evitare di uscire di casa quando siamo malati, così da non peggiorare la situazione. In secondo luogo, è utile restare al caldo e dunque evitare di lasciare la nostra abitazione. Poi troviamo i classici rimedi della nonna come le spremute d’arancia, ricche di vitamine, e il brodo di pollo, che invece abbonda di proteine (e che sa anche come riscaldarci). Naturalmente il consiglio principale è di farsi visitare da un medico, per identificare il ceppo influenzale e per intervenire nella maniera più corretta possibile.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button