FollonicaPolitica

Lavori pubblici, Pizzichi: “Il Comune ha devastato il centro, soldi dei cittadini sprecati”

"Una città turistica come vuol essere Follonica non merita certamente tanta incompetenza"

“Soltanto pochi mesi fa venivano inaugurate le nuove traverse del centro di Follonica, sbandierando che ‘per l’estate 2022 la città godrà di un centro completamente nuovo, con vie in Ztl prive di marciapiedi e con un asfalto colorato che si collegherà in modo uniforme al selciato di via Roma’. Oggi però, purtroppo, a brevissima distanza dalla loro realizzazione, le ultime asfaltature colorate versano in uno stato a dir poco pietoso“.

A dichiararlo è Daniele Pizzichi, consigliere comunale della Lega.

“Una città turistica come vuol essere Follonica non merita certamente tanta incompetenza – sottolinea Pizzichi -. Nell’ultimo Consiglio comunale è stato affrontato nuovamente il tema della cattiva gestione dei lavori pubblici del Comune di Follonica e di come questa amministrazione negli ultimi anni non sia riuscita ad inaugurare alcuna nuova opera pubblica, ma si sia limitata esclusivamente ad interventi di manutenzione ordinaria che hanno martoriato la città e creato numerosi disagi, soprattutto per le tempistiche dei lavori”.

“Per quanto riguarda il centro cittadino, la Giunta comunale non è stata in grado neanche di pensare ad un progetto di riqualificazione complessivo dell’intero centro, limitandosi esclusivamente ad interventi spot che hanno completamente stravolto e sciupato le vie nelle quali sono intervenuti. I danni che lascerà questa amministrazione sono incalcolabili , di cui le asfaltature del centro città sono solo un esempio, ma quello che ci angoscia maggiormente è quanto costerà porre rimedio ai disastri creati dagli attuali amministratori e, soprattutto, purtroppo che saranno sempre i contribuenti a doverli pagare – termina Pizzichi -. Sarebbe l’ora che per tutte le scelte sbagliate che gli attuali amministratori hanno fatto, si assumessero finalmente le relative responsabilità e pagassero di tasca propria”.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button