Colline MetalliferePolitica

Ztl, il Pci: “Vecchia segnaletica non rimossa, tante multe salate per gli automobilisti”

“Fioccano sanzioni per avere oltrepassato il varco, ma la vecchia segnaletica, almeno sino al 14 dicembre, che delimitava la Ztl a Massa Marittima era stata dimenticata ed ha indotto ad errore gli automobilisti”.

A dichiararlo è Daniele Gasperi, del Pci di Massa Marittima.

“Questa è la sintesi che ha spinto il Pci ad esprimersi nei giorni scorsi sulla Ztl usata come ‘balzello’ e ha indotto a prendere carta e penna per scrivere al primo cittadino e a chiedere un suo intervento – spiega Gasperi -. Ovviamente nessuno pretende che il primo cittadino annulli i processi verbali, sarebbe un atto illegale e un’interferenza illegittima con il corpo di Polizia Municipale, ma sollecitare una verifica attenta questo pensiamo possa essere fatto“.

La nota prende a riferimento la regolamentazione della Ztl e replica alle esternazioni del primo cittadino sui mezzi d’informazione.

“Riteniamo inoltre legittimo che il sindaco prenda le difese di una sua scelta fatta da lui e da poche altre persone che non rispecchia, a nostro avviso, quei criteri di partecipazione e coinvolgimento dei soggetti interessati e di cittadini che avrebbero potuto portare a contributi migliorativi e sottoponiamo al sindaco una questione per la quale abbiamo manifestato apertura e diamo alcune precisazioni in conto ad alcune inesattezze richiamate da Giuntini sui mezzi di informazione. Sono diversi i cittadini – prosegue Gasperiche ci segnalano la ricezione di sanzioni, tra l’altro di non poco conto, superiori ai 70 euro se pagate nei 5 giorni successivi alla notifica, che stanno pervenendo per avere oltrepassato la perimetrazione della Ztl. Un vero e proprio ‘salasso’ che sembra vada a colpire tanti soggetti che si vedono arrivare a casa, insieme agli aumenti di energia e dei prodotti di prima necessità, anche una multa per una violazione che certamente i più non si sono neppure resi conto di avere commesso. Al di là degli aspetti sociali e d’impatto nelle economie e bilanci familiari, già colpiti da una crisi e dall’aumento dei costi esagerato, vi è una questione che ci è stata sollevata ed è relativa alla segnaletica. Risulta infatti che in molti siano stati indotti in errore, con estrema buona fede, dalla presenza del vecchio cartello che è rimasto sino al 14 dicembre scorso, dove veniva indicato il punto di inizio della Ztl e questo ha portato tante persone a ritenere di non commettere infrazioni e di non avere invaso il tratto a traffico limitato“.

“Poiché questo ci sembra elemento sostanziale e rilevante ai fini della contestazione del verbale perchè ha indotto diversi automobilisti ad un errore involontario, riterremmo opportuno di far valutare all’organo di Polizia locale l’eventuale sussistenza di annullamento della violazione che, ribadiamo, non è stata volontaria, ma indotta da una errata collocazione di segnaletica verticale che ha portato all’errore il conducente. Sappiamo benissimo che il sindaco non può esprimersi in merito o condizionare l’operato degli agenti e la nostra richiesta vorrebbe che il primo cittadino chieda un intervento e solleciti il corpo di Polizia municipale ad effettuare approfondimenti e verifiche per l’espressione di un parere formale in merito alla questione esposta – termina Gasperi, utile ai cittadini per valutare eventuali possibilità di un successivo ricorso“.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button