“Dalla vite alla bottiglia”: successo di pubblico per la degustazione di vini a Selvena

Giovedì 16 agosto, in località Parco Verde di Selvena, nel comune di Castell’Azzara, si è svolta per il terzo anno, con confermato successo, la degustazione di vini “Dalla vite alla bottiglia“.

Il format di quest’anno è stato leggermente rivisitato, passando da una degustazione con assaggi ad una vera e propria cena – degustazione.

In questa edizione, l’associazione ha voluto rendere omaggio alla Toscana, che con il suo territorio e le sue produzioni, rappresenta una delle maggiori realtà italiane nel settore vitivinicolo.

L’evento ha avuto un notevole riscontro ed i numerosi partecipanti (ben oltre le cento persone) sono stati accompagnati in un percorso enologico, fatto di aneddoti, storia ed analisi sensoriale, dal maître sommelier Franco Vasconi, che ha illustrato le particolarità delle seguenti specialità:

  • spumante Brut Rosé millesimato 2014 – Podere Forte – Località Podere Petrucci, Castiglion d’Orcia (Siena);
  • Vernaccia di San Gimignano Docg 2017 – Fattoria di Pietrafitta – Località Cortennano, San Gimignano (Siena);
  • Trinus Igt Maremma Toscana 2017 – Cantina la Cura – Località Cura Nuova – Massa Marittima (Grosseto);
  • Lo Scorno, Rosso di Montalcino Doc 2016 – Azienda agricola San Filippo – Località San Filippo, Montalcino (Siena);
  • Chianti Classico Gallo Nero Docg 2015 – Castello di Radda – Radda in Chianti (Siena);
  • Sacromonte Igt Toscana 2014v– Castello di Potentino – Seggiano (Grosseto);
  • In Violas, Merlot Cortona Doc 2015 – Azienda agricola Il Poliziano – Montepulciano (Siena);
  • Maremma Toscana Ciliegiolo Doc 2016 – Cantina Sassotondo – Sovana (Grosseto);
  • CabernetS, Cabernet Sauvignon Doc Maremma Toscana 2015 – Cantina la Cura – Località Cura Nuova – Massa Marittima (Grosseto);
  • Moscadello di Montalcino Vendemmia tardiva Doc 2014 – Azienda agricola la Capanna – Montalcino (Siena).

Ai vini, oltre alle varie portate tipiche della nostra regione, sono state abbinate alcune tipologie di formaggi prodotti dai caseifici locali: caseificio “I Murceti” (stracchinato di pecora e pecorino semistagionato di Murcia), caseificio “I Renai” (Nebbiaio e Monte Penna), caseificio “Il Fiorino” (formaggio erborinato al pesto, Grotta del Fiorini, Riserva del Fondatore) ed il miele prodotto a Selvena da “Gocce d’Oro” di Francesco Perugini. A loro va il sentito ringraziamento degli organizzatori per il sostegno dimostrato in questi tre anni.

L’Associazione Pro Loco Selvena infine ringrazia calorosamente tutti i partecipanti e dà loro appuntamento al prossimo anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top