Pubblicato il: 9 Marzo 2014 alle 23:25

AmiataAttualità

Dalla Lituania al Monte Labro passando per Parigi: i fiori selvatici di Rasa

E’ stata la “grande bellezza” che ha spinto Rasa Lukstaite ad abbandonare la sua Lituania, per trasferirsi, dopo una laurea in storia dell’arte conseguita a Parigi e un corso di Italiano all’Università per stranieri di Perugia, in Toscana.

E nel contesto suggestivo del Monte Labro, la cui sacralità risale ai Lucumoni d’Etruria per estendersi fino ai giorni nostri, quando il Dalai Lama vi ha riconosciuto la sorprendente comunità tibetana di Merigard, Rasa, sposata con un paio di bambini, si è messa a coltivare piante e fiori officinali.

Mi innamorai – racconta Rasadi un terreno abbandonato da oltre quarant’anni: tre ettari e mezzo ricoperti di biancospino e rosa canina, che comprai e misi subito in produzione”.

Così, da tanta bellezza, è nata l’azienda “Antichi rimedi”, che dal 2000 produce e commercializza essenze officinali, come aromi da cucina, tisane, oleoliti, unguenti, tinture madri ed oli essenziali, tutti ottenuti con lavorazione artigianale e coltivazione biologica.

Per adesso facciamo tutto io e mio marito – spiega Rasa, ma spesso siamo coadiuvati nella nostra attività da ragazzi alla pari del Wwoof (World-Wide Opportunities on Organic Farms), che vengono a passare periodi da noi e che provengono da tutti i Paesi europei ed anche dagli Stati Uniti e dal Giappone”.

Rasa, che ha avviato un’efficiente forma di commercializzazione dei suoi prodotti su internet, distribuisce le sue specialità anche in mercatini, fiere specializzate e workshop internazionali.

Fonte foto: Wikipedia

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su