Pubblicato il: 11 Marzo 2015 alle 12:21

Colline Metallifere

Dai rifiuti sboccia la natura: la campagna del comune di Roccastrada per il compostaggio domestico

E’ iniziata lunedì scorso “Dai rifiuti sboccia la natura” la campagna del Comune di Roccastrada per il compostaggio domestico; grazie a questa iniziativa i cittadini hanno la possibilità di ricevere in comodato d’uso gratuito una compostiera e quindi di iniziare a riciclare i rifiuti organici per produrre fertilizzante naturale. L’Amministrazione Limatola ha inoltre deciso di inserire un sistema premiante per stimolare una maggiore partecipazione dei cittadini, chi aderirà al progetto infatti, usufruirà di una riduzione del 20% sulla parte variabile della tariffa TARI. Il bando per le adesioni è aperto e durerà fino a giovedì 9 aprile, le domande potranno essere consegnate a mano o inviate per posta elettronica, posta certificata e per posta ordinaria all’Ufficio Protocollo del Comune, tutti i moduli necessari sono scaricabili dalla homepage del sito comunale: www.comune.roccastrada.gr.it

“Siamo orgogliosi di presentare questo progetto innovativo, che non solo orienta i cittadini al riciclo dei rifiuti, ma li premia anche per il loro comportamento ecosostenibile – spiegano il Sindaco Francesco Limatola e l’assessore alle Politiche Ambientali Emiliano Rabazzi -. La raccolta differenziata è per noi, una risposta concreta alle esigenze di rispetto e tutela dell’ambiente, di riduzione dei costi di gestione e smaltimento dei rifiuti. Come Amministrazione ci siamo dati l’obiettivo di portare la raccolta differenziata al 70 per cento nel 2018, lo vogliamo fare passo dopo passo, con strumenti concreti e coinvolgendo i cittadini”.

Il disciplinare comunale per la gestione delle compostiere prevede che ogni nucleo familiare possa richiedere al massimo una compostiera, a chiusura del bando sarà stilata una classifica sulla base di alcuni criteri: il numero dei componenti del nucleo familiare che utilizzeranno la compostiera, il suo posizionamento e la frequenza di visite nel caso in cui il composter sia messo in un luogo diverso dall’abitazione.

Nella compostiera andranno messi tutti i rifiuti organici biodegradabili, sia quelli umidi, ovvero scarti di frutta e verdura, fondi di caffè, filtri di tè, gusci d’uova e sfalci d’erba, che quelli secchi, tipo foglie secche, segatura, paglia e rametti. Grazie al processo di compostaggio, in circa 8 mesi questi materiali si decompongono e vanno a formare il compost, ovvero un fertilizzante naturale ricco di sostanze nutritive, dal colore scuro, dal profumo di terriccio di bosco e una consistenza soffice, che potrà arricchire i terreni dei giardini e degli orti dei cittadini.

Per informazioni è possibile rivolgersi alla suddetta Unità Operativa telefonare allo 0564.561251 o inviare un’ email a: [email protected]

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su