Costa d'argentoNotizie dagli Enti

Orbetello, fissato il cronoprogramma degli interventi in laguna: “Si parte dalle bonifiche”

Un cronoprogramma di lavoro con impegni e scadenze ben definiti e il rinnovato impegno del Ministero dell’ambiente a mettere a disposizione figure e professionalità per supportare gli Enti locali negli adempimenti dei prossimi mesi.

E’ quanto emerso dal tavolo tecnico su Orbetello che si è tenuto presso il Ministero dell’ambiente alla presenza del Sottosegretario Silvia Velo, dell’assessore all’ambiente della Regione Toscana Federica Fratoni e del sindaco del comune Monica Paffetti.

Si partirà con il tavolo sulle bonifiche con l’obiettivo di accelerare l’attuazione degli interventi di messa in sicurezza e della bonifica di parte pubblica e privata dell’area ex Sitoco.

Parallelamente – ha continuato Silvia Velo si lavorerà per arrivare alla sottoscrizione dell’accordo di programma che nei mesi scorsi si era arenato“.

Riguardo al Sic e alla Zps, cioè la Zona di protezione speciale, la Regione ha comunicato che nell’ambito delle misure di conservazione che sta approntando per tutti i siti regionali, ha avviato un procedimento per dettare norme di salvaguardia limitatamente all’ecosistema della laguna di Orbetello per habitat, uccelli e pesci.

Tali misure dovranno essere dettate in previsione di uno specifico piano di gestione che la Provincia di Grosseto ha in corso di attivazione e che sarà assunto dalla Regione e concluso.

Abbiamo raccolto con piacere l’invito del sottosegretario Velo – ha dichiaratp l’assessore regionale all’ambiente Federica Fratoniad aprire un tavolo di confronto sulle problematiche della laguna, che indubbiamente travalicano i confini comunali e regionali. Come Regione intendiamo fare la nostra parte in base alle nostre competenze per garantire la tutela dell’ecosistema naturale. Auspichiamo di poter quanto prima individuare, con la collaborazione del Ministero dell’ambiente e del Comune, azioni efficaci a favore della bonifica delle aree private e pubbliche maggiormente inquinate nei due specchi lagunari“.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button