Pubblicato il: 23 Marzo 2013 alle 16:05

Politica

Crisi Mabro, l’appello di Fabrizio Rossi: “Le istituzioni si adoperino per l’amministrazione straordinaria”

Fabrizio Rossi, Consigliere al Comune di Grosseto e coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia, interviene sulla situazione della Mabro:

Non ci posso essere più tatticismi o infingimenti di sorta. – dichiara RossiLa Regione Toscana certifichi il fallimento delle sue scelte e, insieme a Provincia e Comune di Grosseto, si adoperi affinché l’attuale proprietà esca di scena, senza distruggere definitivamente quello che resta dell’azienda.

La scelta di Barontini si è verificata inopportuna e al di sotto di ogni aspettativa. I noti problemi economici dell’imprenditore pratese, in ‘patria’ e altrove, non presagivano certamente scenari così apocalittici. L’unica soluzione al momento possibile, senza tradire le vestaglie azzurre, appare l’amministrazione straordinaria, meglio nota come ‘Prodi bis’, che consentirebbe di poter quanto meno sperare in una boccata d’ossigeno”.

“La disciplina del decreto legislativo 8 luglio 1999 n. 270 – spiega il Consiglieregarantirebbe un periodo transitorio nel quale si potrebbe aprire qualche spiraglio per una nuova soluzione, volta a salvaguardare l’occupazione e le famiglie coinvolte.

Le continue promesse di Abbigliamento Grosseto sono state prontamente smentite e non si può più chiedere alle lavoratrici non solo di lavorare senza stipendio, ma anche senza prospettive future.

La credibilità e la professionalità delle maestranze non può essere dispersa da scelte imprenditoriali non all’altezza della situazione. C’è in ballo il futuro di tante famiglie grossetane e sulla pelle dei lavoratori non è più il tempo di scherzare. Sarebbe un danno gravissimo per tutta la collettività grossetana, che francamente, non meritiamo”.

Il baratro è vicino se le istituzioni non intervengono. – conclude Rossi Noi faremo la nostra parte affinché questo patrimonio umano e professionale non vada disperso o ancor più svilito da scelte scellerate di chi, dopo tutto questo tempo, si è dimostrato inadeguato”.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su