Politica

Crisi Lucchini, l’Udc: “Piena solidarietà agli operai, il Governo intervenga per salvare l’azienda”

L’Udc provinciale, attraverso una nota di Sarah Corsini, nuovo responsabile del partito per la zona mineraria, esprime profonda solidarietà ai lavoratori della Lucchini in questo momento difficile per l’azienda di Piombino.

Dovesse chiudere l’altoforno dell’azienda oltre 4000 lavoratori rimarrebbero senza lavoro di qui a pochi mesi – dichiara Sarah Corsini -. Questo avrebbe conseguenze negative non solo per Piombino, ma per tutta la nostra zona, che rimarrebbe senza un polo lavorativo importante che è stato capace di offrire lavoro e dignità a moltissime famiglie della zona anche mineraria. Senza lavoro non c’è sviluppo e non c’è famiglia, né comunità e né futuro. Non si può pensare allo sviluppo di un Paese non pensando ad una politica seria e reale di sviluppo economico, per questo auspichiamo che il Governo apra un tavolo serio o, meglio ancora, intervenga direttamente per ristrutturare questa situazione, rinegoziando scadenze e lanciando un programma di investimenti per l’intero settore siderurgico italiano”.

Lo sciopero generale del 3 ottobre serva a riunirci attorno ai lavoratori senza strumentalizzazioni – continua Sarah Corsini -, ma con fraternità verso uomini in difficoltà della nostra comunità e serva soprattutto a far prendere atto al Governo italiano e alle istituzioni tutte, del problema grave che questi lavoratori si trovano ad affrontare e faccia comprendere a tutte le forze politiche che sono queste le vicende d’Italia da valutare e risolvere se vogliamo effettivamente rialzarci.”

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button