Economia

Criptovalute e tecnologia blockchain: attesa una crescita esponenziale

La tecnologia blockchain e tutto ciò che è legato alle Criptovalute sta affermandosi sempre di più in un mercato molto particolare. È notizia di poco tempo fa di guadagni esorbitanti realizzati dalla musicista Grimes, la quale è riuscita a mettersi in tasca oltre 6 milioni di dollari grazie agli NFT.

Ma non è solo caso. Ha fatto anche scalpore la vendita record di Jack Dorsey, fondatore del social network Twitter, il quale ha messo in vendita il suo primo tweet: ha ricavato circa 3 milioni di dollari. Si tratta di alcune delle vendite più significative della storia delle Criptovalute.

In entrambi i casi, i venditori si sono affidati al registro blockchain, assicurandosi la protezione del prodotto venduto. Ma non si tratta delle uniche operazioni finanziarie effettuate con le Criptovalute negli ultimi tempi, le quali hanno forse segnato un punto di svolta per quanto riguarda gli investimenti. Un’artista digitale di nome Beeple ha venduto, grazie alla tecnologia NTF, un’opera dal nome Everydays per la cifra di 69,3 milioni di dollari. Questo apre degli scenari davvero molto particolari.

Niente più truffe?

Come qualcuno già saprà, per utilizzare le Criptovalute c’è bisogno di un wallet, un portafoglio digitale che vengono utilizzati per contenere denaro virtuale e inviarlo: sicuramente troverai info più dettagliate e utili visitando il sito https://www.finaria.it/criptovalute/migliori-wallet-criptovalute/.

Ciò che forse non tutti sanno è che questo tipo di compravendita esclude quasi definitivamente le possibilità di frodi: basti pensare al fatto che questa tecnologia è stata pensata anche per l’archiviazione di informazioni, con particolare riferimento alla titolarità di un determinato bene o prodotto. Ciò esclude, infatti, le possibilità di truffe.

E questo potrebbe avere delle serie ripercussioni su diversi servizi finanziari, garantendo una gestione automatizzata di raccolta e gestione dei documenti importanti: pensiamo, per esempio, a quelli aziendali. Chi acquista potrebbe essere, verosimilmente, invogliato ad acquistare a prezzi maggiori se si esclude la possibilità di essere truffati.

Un mercato ancora da scoprire

Un mercato prettamente improntato sulla tecnologia blockchain potrebbe sconfiggere definitivamente le frodi in tanti ambiti, in particolar modo per quelli che sono spesso soggetti a falsificazioni. Ma allo stesso tempo potrebbe essere in grado di velocizzare tantissime pratiche burocratiche che oggi sono molto macchinose e lente: per esempio, la compravendita di immobili.

Utilizzando un registro digitale si potrebbe rendere tutta la pratica molto più snella, evitando tanti passaggi che oggi sono necessari. E questo porterebbe ad una mini rivoluzione del settore: alcune figure potrebbero diventare, in futuro, persino superflue in tal senso. Si tratta di un cambiamento strettamente legato all’affidabilità, che nel mondo finanziario è sicuramente un fattore essenziale.

Infatti, non è escluso che nei prossimi anni si potrà assistere a dei cambiamenti permanenti per quanto concerne la registrazione delle transazioni: d’altronde, si prevede una crescita del mercato legato alle blockchain di oltre il 70% entro il 2025. Oltre a cambiare la vita di tante persone, si potrebbe avviare un processo finanziario innovativo e che apre delle possibilità finora sostanzialmente sconosciute o sottovalutate.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button