Home Attualità Distribuzione di farmaci e generi alimentari alle famiglie bisognose: continua l’impegno della Cadic

Distribuzione di farmaci e generi alimentari alle famiglie bisognose: continua l’impegno della Cadic

Il giovedì a settimane alterne, nella sede della Caritas adiacente alla chiesa dell'Immacolata, si presentano tante persone

di Redazione
0 commento 56 views

Monte Argentario. E’ purtroppo intenso il lavoro svolto dalla Cadic, in sinergia con la Caritas parrocchiale di Porto Santo Stefano, per quanto concerne la distribuzione di generi alimentari ai nuclei familiari che si trovano in situazioni di bisogno.

Il giovedì a settimane alterne, nella sede della Caritas adiacente alla chiesa dell’Immacolata, si presentano tante persone per chiedere un aiuto per tirare avanti nella vita quotidiana. Un numero che negli ultimi anni è cresciuto a causa di eventi quali la pandemia e la guerra in Ucraina. E che varia in base alle stagioni. In una località turistica come l’Argentario, in estate c’è più lavoro e la gente riesce a cavarsela grazie ad impieghi in bar, ristoranti, yacht, che terminano a settembre. Così, nei mesi invernali, si arriva fino a 25 famiglie a volta che magari preferiscono risparmiare nell’alimentazione per far fronte ad altre spese inderogabili.

In commissione valutano le situazioni singolarmente, anche se ormai ci si conosce tutti e si sa chi ha bisogno principalmente di generi di prima necessità a lunga conservazione quali pasta, pomodori, legumi, tonno in scatola, olio semi e oliva, latte farina zucchero, biscotti.

Accennavamo al conflitto in Ucraina ed in effetti negli ultimi mesi arrivano alla Cadic tanti ucraini stabiliti in Italia e bisognosi per loro stessi come per i familiari. Ma non mancano i nuclei locali.

Ed il mercoledì il centro di ascolto provvede anche all’erogazione di buoni farmaceutici ed al pagamento, in caso di estrema necessità, di bollette di primaria importanza.

I fondi per questi aiuti vengono recepiti dalle varie attività interne alla Cadic, dai contributi volontari, tessere associative e da generi alimentari offerti dal banco alimentare. Una efficienza dovuta anche al fatto che la Cadic si è messa completamente a disposizione della Caritas, cuore pulsante della chiesa, che ascolta, discerne ed interviene.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

* Utilizzando questo form si acconsente al trattamento dati personali secondo norma vigente. Puoi consultare la nostra Privacy Policy a questo indirizzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare

Le tue preferenze relative alla privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy