Pubblicato il: 19 Settembre 2013 alle 14:27

Ambiente

Coseca e Comune uniti per incrementare la raccolta differenziata: inaugurate altre nove postazioni a Gorarella

Diminuire i rifiuti e raccoglierli in maniera differenziata per utilizzarli il più possibile come materia prima e realizzarne altri oggetti di uso comune, con l’obiettivo di ridurre gli sprechi, l’impatto ambientale sul territorio e i costi di smaltimento.

E’ con questo obiettivo che il Comune di Grosseto, attraverso l’assessorato all’Ambiente e in accordo con Coseca, ha deciso di ampliare il servizio di raccolta differenziata rivolto alle utenze commerciali del capoluogo, realizzando altre nove postazioni ecologiche che vanno ad aggiungersi alle nove già presenti sul territorio comunale, precisamente nel quartiere di Barbanella.

Le nuove postazioni, inaugurate questa mattina alla presenza dell’assessore comunale all’ambiente, Giancarlo Tei, e del presidente di Coseca, Andrea Bambini, sono state progettate dai tecnici di Coseca e realizzate dalle ditte “Colella & figli” di Grosseto e “Nenzi” di Certaldo.

Negli ultimi anni, il tema dei rifiuti ha raggiunto una soglia d’attenzione davvero importante – ha detto il presidente di Coseca, Andrea Bambinie questo perché ormai la gestione degli stessi e il loro smaltimento sono diventati un problema che non si può più rimandare. È un tema che sicuramente ha a che fare con logiche e dinamiche complesse, ma che allo stesso tempo non può prescindere da una corretta gestione della raccolta già a partire dalle nostre abitazioni e, come in questo caso, dagli stessi esercizi commerciali. Dotare le attività di strumenti ad hoc per fare una corretta raccolta differenziata è importante ed è un metodo che, ne sono sicuro, responsabilizzerà ancora di più gli esercenti”.

Le nove postazioni ecologiche sono costituite da casotti realizzati in acciaio e plastica riciclata delle dimensioni di 8,60 metri di lunghezza per 2,20 metri di altezza e al loro interno si trovano cinque diversi contenitori adibiti alla raccolta del vetro (colore verde), dell’organico (colore marrone), del multimateriale (plastica, alluminio, tetrapak, colore blu), della carta e del cartone (colore bianco) e del rifiuto indifferenziato (colore rosso).

Le postazioni potranno essere utilizzate esclusivamente dalle attività commerciali del quartiere di Gorarella, alle quali saranno consegnate delle chiavi personalizzate in modo da poter aprire i casotti.

Le nuove postazioni si trovano in via Mastroianni, via Davide Lazzaretti (due postazioni), via Papa Giovanni XXIII, via Tarquinia, via Telamonio (due postazioni), via Luca Signorelli e presso il centro commerciale di Gorarella in via Einaudi.

“Differenziare i rifiuti è diventato ormai un obiettivo irrinunciabile per gli Enti pubblici e per i cittadini – spiega l’assessore all’ambiente del comune di Grosseto, Giancarlo Tei –. E per farlo sono diverse le modalità già adottate e quelle al vaglio per il resto della città. Le postazioni per le utenze commerciali sono l’esempio di come si possa fare un buon servizio e preservare il decoro urbano, così come un incentivo verso la cultura della differenziazione. Le stesse postazioni, per le quali è stato previsto un contributo regionale, sono state realizzate in parte con materiale ricavato da rifiuti riciclati. E dopo le 18 ormai attivate nei quartieri di Gorarella e Barbanella, ci apprestiamo a sistemarne altre 11 nell’abitato di Grosseto. L’impegno comune è mirato a sensibilizzare i cittadini rispetto a questi temi. Non passa giorno infatti che non ci imbattiamo in segnalazioni di rifiuti ingombranti lasciati per strada e ogni rifiuto ingombrante smaltito è un ulteriore aggravio in termini di costi per tutta la collettività“.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su