Pubblicato il: 3 Marzo 2018 alle 22:10

AmbienteGrosseto

“Le pinete litoranee: costo o risorsa?”, se ne è parlato in un convegno a Marina

Si è svolta venerdì 2 marzo all’hotel Terme marine Leopoldo II a Marina di Grosseto la giornata di studio “Le pinete litoranee: costo o risorsa?”, organizzata dall’Accademia dei Georgofili e dalla Pro Loco di Marina di Grosseto e Principina a Mare e che ha visto la partecipazione di circa 300 tra rappresentanti delle istituzioni, imprenditori, liberi professionisti e cittadini.

I relatori che si sono alternati negli interventi hanno rappresentato la nostra pineta sia dal punto di vista storico, con una bellissima ricostruzione di come questo importante patrimonio sia stato creato dall’uomo nel corso degli ultimi secoli, sia dal punto di vista sociale; di cosa ha rappresentato, cosa rappresenta e le ipotesi di cosa potrà rappresentare in futuro.

Gli interventi di tecnici del Comune di Cervia, della Regione Toscana, di collaboratori dell’amministrazione comunale di Grosseto e del Crea di Roma hanno indicato alcuni percorsi che sono stati avviati per la soluzione delle problematiche concernenti la prevenzione incendi e la difesa dalle malattie e dalle infestazioni di insetti dannosi.

L’ultimo intervento ha messo in luce aspetti sociali ed economici, ossia la necessità di sensibilizzazione e coinvolgimento della collettività che, unita ad altre pratiche, sia di argine al degrado.

Siamo consapevoli che l’argomento trattato è vastissimo, per questo consideriamo un punto di partenza questa giornata che ha interessato e coinvolto moltissimi partecipanti, tra cui 117 professionisti accreditati, 72 architetti e 45 agronomi forestali, rappresentanti delle istituzioni, imprenditori e cittadini che hanno a cuore il futuro delle pinete e che sia da stimolo per la formulazione di proposte volte alla tutela ed alla valorizzazione di questo inestimabile patrimonio – si legge in un comunicato della Pro loco di Marina e Principina a Mare -. Alla fine dei lavori è stata presentata una mozione contenente dei punti programmatici affinché un così sentito coinvolgimento di tutte le parti si traduca in azioni volte a ricollocare la pineta nel suo ruolo centrale quale tessuto connettivo di una comunità e dei suoi ospiti“.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su