AttualitàColline Metallifere

“Orti in carcere”: un convegno per parlare del progetto, ospite l’assessore Saccardi

L'iniziativa è in programma mercoledì 15 dicembre

Mercoledì 15 dicembre l’assessore regionale Stefania Saccardi sarà a Massa Marittima per partecipare al convegno sul progetto “Orti in carcere”, in programma alle 11.30 nella sala dell’Abbondanza.

Il progetto “Orti in carcere” ha preso il via lo scorso febbraio nella casa circondariale di Massa Marittima, con la messa a dimora di 20 piante di olivo e la realizzazione di orti in cassone con l’obiettivo di creare per i detenuti occasioni di formazione professionale così da facilitarne l’inserimento lavorativo una volta terminato il periodo di detenzione.

Il progetto è stato presentato dalla Regione Toscana in partenariato con il Provveditorato regionale per l’Amministrazione penitenziaria della Toscana e dell’Umbria ed è cofinanziato dalla Cassa ammende, il Comune di Massa Marittima ha ottenuto il finanziamento di 30mila euro per realizzare le attività nella struttura penitenziaria cittadina. In questi mesi sono state fatte le prime esperienze di cui si parlerà nel corso del convegno. La logistica del progetto, dalla creazione delle superfici ortive alla formazione dei detenuti, sono curate dalla cooperativa Melograno. “Orti in carcere” ha ottenuto anche l’interessamento e l’attenzione di Amnesty International, che parteciperà alla giornata di presentazione.

Il convegno sarà preceduto alle 11 dalla benedizione dell’olivo centenario, che è stato donato da Terre dell’Etruria e Boscaglia e messo a dimora all’ingresso del carcere. Sarà il vescovo di Massa Marittima e Piombino, monsignor Carlo Ciattini, ad impartire la benedizione. Ai piedi dell’olivo sarà posizionata una targa che ricorda i 60 anni di attività di Amnesty International per la difesa dei diritti umani.

Il convegno aprirà con il saluto del sindaco di Massa Marittima, Marcello Giuntini, a cui seguirà l’intervento della direttrice della casa circondariale di Massa Marittima, Maria Cristina Morrone, sul tema “Il carcere di Massa Marittima, finalità rieducativa della pena”. Marilena Rinaldi, responsabile dell’area trattamentale della casa circondariale di Massa Marittima, parlerà di “Formazione e l’inserimento lavorativo dei detenuti”. Seguiranno gli interventi di un ex detenuto e di un detenuto della casa circondariale. Massimo Iacci, presidente della cooperativa Melograno, racconterà l’esperienza del progetto “Orti sociali: la sua genesi, le sue applicazioni”. Subito dopo verrà proiettato un video con le immagini fotografiche sul progetto, realizzate da Giulio Garosi, fotoreporter. Interverrà Riccardo Cappelli, responsabile finanziario e controllo di gestione della cooperativa Terre dell’Etruria, su “Il ruolo delle Terre dell’Etruria e Boscaglia come supporto per l’ambiente, il territorio, il paesaggio, con una funzione di salvaguardia e valorizzazione dei territori e un’importante azione sull’inclusione lavorativa”. Monica Sanna, responsabile circoscrizionale della Toscana di Amnesty International, parlerà di “Amnesty International: da 60 anni facciamo crescere i diritti”. Prenderanno poi la parola Stefania Saccardi, vicepresidente della Regione Toscana e a seguire Simone Sabatini e Roberto Bocchieri, coordinatori del progetto regionale. Modererà Grazia Gucci, assessore alle politiche sociali del Comune di Massa Marittima.

Al termine seguirà una degustazione a cura di MeloSgrano.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button