AgricolturaGrosseto

“Nutrirsi di Maremma”: successo per il convegno sulla valorizzazione dei prodotti locali

E’ stato un successo il convegno organizzato sabato scorso da Confagricoltura Grosseto presso l’indirizzo enogastronomico dell’Istituto Leopoldo II di Lorena e centrato sulla nutrizione e su una analisi oggettiva delle prerogative che offre una alimentazione che sfrutta al massimo i prodotti locali, freschi e di stagione.

Convegno le cui tematiche principali saranno oggetto della trasmissione televisiva “Risposte sul campo”, in onda su TV9 giovedì 23 febbraio, alle 18.50, venerdì 24 febbraio, alle 13.10, domenica 26 febbraio, alle 22, e lunedì 27 febbraio, alle 22.45.

Un momento in cui  l’associazione del mondo agricolo ha voluto mettere in risalto l’assunto che “nutrirsi di Maremma” non è solo bello, ma fa bene e produce reddito per le imprese.

Con questo incontro –  ha commentato il presidente di Confagricoltura Grosseto, Attilio Tocchi -, che ha messo insieme nutrizionisti, esperti di comunicazione, imprenditori, cooperazione e amministratori, ritengo di essere riusciti a dare un contributo fattivo al fatto che si debba necessariamente promuovere l’uso e il consumo di prodotti locali e di stagione in ogni ambito locale, sia nelle comunità sia a casa propria”.

Al convegno, partecipato anche da alcune classi dell’indirizzo enogastronomico, hanno preso parte la giornalista e conduttrice televisiva di Italia7, Annamaria Tossani, che ha parlato in maniera  diffusa del modo di comunicare la qualità e le peculiarità del made in Maremma, il medico, nutrizionista e omeopata Luca Bertini, abile nello spiegare le caratteristiche e le peculiarità nutraceutiche, organolettiche e qualitative di quello che la terra produce nel nostro territorio, all’assessore ai servizi educativi del Comune di Grosseto, Chiara Veltroni, che ha annunciato, oltre all’utilizzo di prodotti autoctoni nelle mense scolastiche, anche un lavoro di formazione con i bambini per educarli al loro consumo quotidiano, al dirigente scolastico Alfonso De Pietro, che ha spiegato le caratteristiche dell’Istituto e delle prerogative che esso si pone nel creare una cultura sull’uso dei prodotti locali tra gli alunni, fino al presidente della Provincia, Antonfrancesco Vivarelli Colonna, che ha ripreso il concetto di distretto rurale come entità da promuovere al fine di costituire una rete di aziende capaci non solo di produrre, ma anche di trasformare e commercializzare i prodotti a valore aggiunto.

Al dibattito hanno preso parte, tra gli altri, il consigliere regionale Leonardo Marras, il presidente del Consorzio dei produttori del Latte Maremma, Fabrizio Tistarelli, e quello della Cantina cooperativa di Scansano, Benedetto Grechi. Al termine, a tutti gli intervenuti, è stato consegnato un libretto di ricette preparate dagli studenti, che hanno poi allestito un eccellente pranzo a base di piatti creati con i prodotti forniti dal Consorzio Produttori Latte Maremma, dalle aziende agrarie “Il Villino e Tesorino” di Elena Neri, dall’azienda agricola Saba, da Moris Fram, dall’azienda agricola “La Cura” di Enrico Corsi, dalla Tenuta San Carlo, dall’azienda Menichetti Manuela, dal caseificio “Inno al Sole – La Maremmana” e dalla Tenuta La Parrina.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button