Pubblicato il: 4 Ottobre 2017 alle 16:09

AttualitàGrosseto

“La natura oltre le barriere”: ecco il patto tra associazioni e istituzioni per un turismo accessibile

Martedì 10 ottobre, alle 17, nella sede della Fondazione il Sole, in viale Uranio, a Grosseto, si terrà l’incontro “La natura oltre le barriere” per lanciare un patto del territorio per rendere la Maremma accessibile a tutti.

La Fondazione Il Sole, il Parco della Maremma, il Wwf Italia, le due oasi Wwf di Burano e della Giannella, l’associazione Terramare, Legambiente Turismo, il Fai, il Collegio dei geometri, il Circolo dei canottieri di Orbetello, il Bagno Moreno Beach di Marina di Grosseto sono i promotori di questo evento che è tra quelli preparatori della terza Conferenza sulla disabilità, che si terrà il 13 ottobre a Firenze.

“Questo incontro – hanno spiegato gli organizzatori nel corso della conferenza stampa che si è tenuta stamani al Comune di Grosseto – rappresenta un’occasione importante per il territorio per iniziare a ragionare seriamente sul turismo legato agli ambienti naturali per renderlo sempre più accessibile alle persone con disabilità“.

L’obiettivo è mettere in rete le realtà maremmane impegnate per favorire un turismo accessibile ed individuare un percorso comune per aumentare l’offerta a tutto campo nella nostra provincia.

Un’idea per organizzare in Maremma un’offerta turistica mirata, con prodotti ad hoc, che contribuisca ad attrarre nuove tipologie di visitatori, a destagionalizzare l’offerta e anche a progredire nella fruizione di nuovi diritti.

L’accessibilità della natura alle persone disabili – afferma Massimo Frascino, presidente della Fondazione il Sole Onlus – è fino ad oggi generalmente preclusa, anche se in provincia di Grosseto sono presenti molti enti pubblici, privati e associazioni, che rappresentano delle eccellenze per quanto riguarda questo tema. L’idea è quella di unire tutte le forze e promuovere la nostra realtà come ‘distretto’ del turismo accessibile“.

Il Parco della Maremma – spiegat la presidente Lucia Venturi – ha già due itinerari interamente percorribili dai disabili motori e quest’anno ha acquistato la sedia Job per rendere maggiormente fruibile la spiaggia di Marina di Alberese. Tra i progetti futuri nel Parco sono previsti potenziamenti sia della fruibilità della spiaggia sia degli attuali percorsi anche per gli ipovedenti. Crediamo che il turismo accessibile sia un settore importante sia per garantire un diritto ,sia per creare ulteriori opportunità economiche per le attività presenti nel Parco”.

Il Comune di Grosseto è tra le istituzioni in prima fila per favorire il turismo accessibile, infatti, anche quest’anno, ha appoggiato l’iniziativa “Mare per tutti“, promossa degli operatori balneari di Marina e Principina. Un progetto, patrocinato dal Comune di Grosseto, rivolto alle persone portatrici di handicap, a cui hanno aderito i titolari di ben 25 stabilimenti .

Con iniziative come queste, di incontro tra i vari attori in gioco nel nostro territorio – spiega Mirella Milli,  assessore ai servizi sociali del Comune di Grosseto – possiamo rendere la Maremma ancora più bella, favorendone la fruizione e la visita da parte di tutti”.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su