Pubblicato il: 10 Dicembre 2019 alle 16:00

FollonicaSalute

“Le demenze. Inquadramento, diagnosi e prevenzione”: convegno alla sala Tirreno

In Italia i malati di demenza sono tra l'uno e il cinque per cento delle persone sopra i sessantacinque anni d'età e il trenta per cento degli individui ultraottantenni

Venerdì 13 dicembre, a partire dalle 9, alla Sala Tirreno di via Bicocchi n. 53/a, a Follonica, si terrà il convegno “Le demenze. Inquadramento, diagnosi e prevenzione” organizzato dalla cooperativa sociale Arcobaleno con il patrocinio del Comune di Follonica.

In Italia i malati di demenza sono tra l’uno e il cinque per cento delle persone sopra i sessantacinque anni d’età e il trenta per cento degli individui ultraottantenni. Una crescente percentuale di persone che necessità di cure e attenzioni costanti. Partendo dai dati nazionali, emerge chiara la necessità di formazione e informazione della cittadinanza e dei professionisti che ha portato la cooperativa sociale Arcobaleno ad organizzare un convegno sul tema delle demenze nella città di Follonica insieme al centro studi Orsa di Firenze, con il patrocinio del Coeso Società della Salute di Grosseto e il Comune di Follonica grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze.

L’Alzheimer è la forma di demenza in assoluto più comune nell’essere umano. Ma i tipi di demenza sono numerosi e tra le più importanti possiamo trovare la demenza vascolare, la demenza con corpi di Lewy e molte altre forme. Dato anche il continuo incremento della vita media, gli esperti prevedono che nel 2020 i soggetti al mondo con una forma di demenza saranno circa quarantotto milioni. L’intento della giornata è quello di sensibilizzare il territorio su questo tema attraverso interventi di relatori di spicco del settore a livello nazionale e regionale.

Con la demenza, così come con altre malattie degenerative – commenta Fabrizio Boldrini, direttore del Coeso Società della Salute – si trovano a fare i conti sempre più famiglie. Per questo sosteniamo iniziative informative come quella promossa dalla cooperativa Arcobaleno: perché conoscere il problema e sapere a chi rivolgersi può fare la differenza nella vita quotidiana”.

L’ingresso è libero ed è possibile iscriversi attraverso il sito della cooperativa all’indirizzo www.arcobalenocoop.it, anche se tale iscrizione non è obbligatoria per la partecipazione.

Per informazioni sulle tematiche è possibile contattare il numero 338.2228462, per informazioni sull’organizzazione, è possibile contattare il numero 393.9739274.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su