Pubblicato il: 26 Aprile 2017 alle 15:54

AmiataColline MetalliferePolitica

Difesa del suolo, oltre 1milione e 300mila dalla Regione. Marras: “Scelta giusta, necessari altri interventi”

Oltre 1milione e 300mila euro di risorse pubbliche per la realizzazione di interventi per la difesa del suolo in provincia di Grosseto. E’ quanto prevede il documento di attuazione degli interventi per la difesa del suolo della Giunta regionale per il 2017, approvato in questi giorni e presentato questa mattina dall’assessore Fratoni.

Condivido la scelta dell’assessore Fratoni – commenta Leonardo Marras, capogruppo del Pd in Regione Toscana –, ma nel nostro territorio sono diversi gli interventi necessari sui quali è importante porre l’attenzione e prevedere, quanto prima, risorse per progettazione e realizzazione“.

In particolare, le risorse messe a disposizioni sono così suddivise: 570mila euro per la sistemazione idraulica delle aree del fosso Giunco a monte di via Giuranna nell’abitato di Arcidosso; 730mila euro per l’intervento di consolidamento, nel comune di Massa Marittima, dell’area compresa tra la chiesa di San Rocco e via del Mattatoio; 17mila euro per la progettazione un intervento di consolidamento nel comune di Roccalbegna.

Con lo stanziamento di queste risorse e la pianificazione di interventi si conferma l’impegno della Regione nel contrasto al dissesto idrogeologico che abbiamo individuato come massima priorità nel Piano regionale di sviluppo – prosegue Marras –. È importante continuare a vigilare per poter intervenire tempestivamente dove necessario e affrontare e valutare le richieste che arrivano dai territori“.

Il Documento operativo per la difesa del suolo è l’atto con cui, insieme al Documento operativo per il recupero e riequilibrio della fascia costiera, la Regione individua gli interventi di prevenzione del rischio idrogeologico e idraulico. Nello specifico, definisce le opere idrauliche e idrogeologiche progettate e/o realizzate dalla Regione stessa, le opere idrogeologiche connesse a viabilità comunale o provinciale, realizzate da Comuni, Province o Città Metropolitana, le opere per la cui progettazione e/o realizzate la Regione si avvale dei Consorzi di Bonifica, le attività di studio e/o ricerca finalizzate al miglioramento delle informazioni e della conoscenza in materia di difesa del suolo.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su