Costa d'argentoPolitica

Crisi Magliano, le consigliere replicano al sindaco: “Servono modifiche al bilancio”

Le consigliere Doriana Melosini, Nadia Fedeli e la vicesindaco di Magliano, Mirella Pastorelli, precisano che “nella conferenza stampa di sabato 11 giugno la cosiddetta ‘mano tesa’ si riferiva alla dichiarazione di voto depositata agli atti del Consiglio comunale del 28 aprile in cui furono suggerite le modifiche da apportare al bilancio di previsione, dalle stesse non approvato”.

“Il bilancio di previsione, presentato dal sindaco nonché assessore con tale delega, era improntato solo sui lavori pubblici e non prevedeva sgravi fiscali per imprese e famiglie – continua la nota delle consigliere -. Il sindaco, però, non si era dimenticato di acquisire per intero l’indennità di carica, sua e della Giunta, utilizzando i soldi del bilancio comunale, dato che il Governo ha scaglionato gli aumenti in tre annualità. Dal 28 aprile ad oggi sono state effettuate quelle modifiche al bilancio di previsione? Perché al sindaco fu data un’opportunità importante che sembra non aver colto, perché in modo furbesco chiede oggi di approvare in Consiglio un bilancio invariato con la promessa di future variazioni”.

“Ancora una volta sta dimostrando di voler risolvere i problemi a modo suo, perché in questo tempo avrebbe potuto dare un segnale per ricucire, nonostante che nella maggioranza non regni più quell’armonia necessaria a garantire i presupposti di buona amministrazione, ma, pur con grande spirito di sacrificio, noi avremmo dato il nostro supporto. Domanda legittima al sindaco Cinelli: perché non ha replicato al commissario del circolo di Fratelli d’Italia di Magliano quando criticava il suo ‘comportamento dispotico e spesso personalistico.. privo di una visione del futuro di Magliano verso le tre amministratrici, mortificandole con continue intemperanze e non condividendo le scelte con loro – termina il comunicato – . Prosegue il commissario: ‘Se Fratelli d’Italia fosse stata interpellata per la redazione del bilancio di previsione i fatti successi durante la seduta dell’ultimo Consiglio comunale (28 aprile) non avrebbero avuto luogo’. Da tutto ciò si evince che i problemi non sono stati mai personali, come vuol far credere il primo cittadino, ma esclusivamente di contenuti”.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button