Pubblicato il: 26 Novembre 2014 alle 18:29

Attualità

Guerra dei decibel, Confcommercio continua la sua mobilitazione: “Regolamento limitante”

La normativa regionale in materia di inquinamento acustico che sta destando, in questi giorni, tanto interesse, è una problematica che Ascom Confcommercio Grosseto segue da tempo.

Come associazione – ribadisce il direttore Paolo Coli – stiamo affrontando il problema dall’inizio dell’anno, già per la difficoltà che noi in primis dovevamo superare per la realizzazione degli eventi, dalla Festa della Birra a Piazze d’Europa, che sono stati messi seriamente a rischio“.

La Confcommercio si sta muovendo a livello regionale, avendo aperto un tavolo di confronto per la modifica del regolamento.

Su sollecitazione di Ascom Grosseto, tutte le Confcommercio provinciali della Toscana si sono attivate per presentare, a breve, una proposta alla Regione.

A livello locale, invece, i responsabili sindacali di Ascom già due settimane fa hanno avuto un confronto sulla dibattuta questione con l’amministrazione del Comune capoluogo.

Inoltre, Confcommercio ha anche spronato gli associati a partecipare alla petizione presentata in Comune (raccolta di firme per altro iniziata da un commerciante associato Ascom).

E’ da mesi che continuo a ripetere che il tetto massimo dei decibel stabilito dal regolamento regionale è talmente limitante – conclude Coli – da essere incompatibile con gran parte delle attività. Così come che ci troviamo di fronte all’ennesima norma che si applica erroneamente ‘a pioggia’ su tutto il territorio regionale, non considerando le differenze tra stagioni, luoghi e abitudini, che si applica indifferentemente dalla montagna in inverno alle località di mare d’estate. E’ per questo che da mesi ci stiamo attivando su tavoli regionali per arrivare ad un cambiamento della norma stessa. Noi preferiamo lavorare e dopo parlare“.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su