Agricoltura

Confagricoltura: Vivarelli plaude alla road map del vino lanciata dal Presidente Marras

“Sì agli stati generali del vino a marzo e alla creazione di un super consorzio di secondo livello che crei massa critica e si occupi della promozione del prodotto.”

Così il presidente di Confagricoltura Grosseto, Antonfrancesco Vivarelli Colonna, nel commentare le riflessioni che il presidente della Provincia, Leonardo Marras, ha compiuto nel contesto del seminario sul futuro del vino e delle strutture che si occupano della promozione delle Doc e delle Docg del territorio.

All’evento di Massa Marittima, organizzato e promosso dell’associazione “Strada del Vino e dei Sapori Monteregio” di Massa Marittima e che ha visto come partner Agriventure, il presidente Marras ha lanciato proposte a cui Confagricoltura plaude.

“Dato il momento transitorio e di passaggio, tenuto conto della nuova Ocm vino e della questione delle quote del Morellino, è quanto mai necessario fare una riflessione seria e di prospettiva. Marras ha fatto proprio questo, auspicando già dal mese prossimo l’organizzazione degli stati generali del vino, momento in cui dovranno confrontarsi tecnici e politici, operatori e produttori, Camera di Commercio e associazioni di categoria per discutere e trovare idee e soluzioni per lo sviluppo futuro della nostra vitivinicoltura, evitando con attenzione quanto fino ad oggi è stato fatto: un’ eccessiva parcellizzazione della promozione.

Abbiamo molte carte da giocare e con ampi margini di miglioramento e sviluppo. In realtà – prosegue il presidente di Confagricoltura Grossetouna soluzione ci potrebbe anche essere e lo stesso Marras l’ha ribadita: la creazione di un super consorzio di secondo livello che coinvolga tutti i consorzi di tutela e le quattro strade del vino e che sia un accentratore di risorse e non un carrozzone che disperde le energie di chi vi partecipa.”

Secondo Vivarelli, la filosofia è quella di essere grandi per poter intercettare poi in maniera massiccia i fondi comunitari.

“Già a maggio – conclude il presidente di Confagricoltura –, secondo quanto indicato nella road map del vino elaborata da Marras, la vetrina del Maremma Wineshire può essere il momento di sintesi delle idee focalizzate nel consesso degli stati generali e magari lo spazio ove elaborare un progetto di promozione unica che indirizzi il cambiamento”.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button