Cultura & SpettacoliGrosseto

L’Orchestra sinfonica Città di Grosseto torna in scena: concerto nella chiesa di San Francesco

L'esibizione è in programma domenica 9 maggio, alle 20.45

La rassegna 2021 dei concerti dell’Orchestra sinfonica “Città di Grosseto” propone un nuovo appuntamento con la grande musica: l’ensemble si esibirà domenica 9 maggio, alle 20.45, nella chiesa di San Francesco (biglietto: posto unico 10 euro, prenotazione obbligatoria chiamando il numero 333.5372994), diretta da Giancarlo De Lorenzo, con Luciano Corona al fagotto.

Il programma prevede l’esecuzione del Concerto in sib maggiore per fagotto e orchestra K. 191 di Mozart e la Sinfonia n. 43 in mib maggiore “Merkur” di Haydn.

Giancarlo De Lorenzo, nato nel 1959, è direttore principale ospite dell’Orchestra sinfonica di Grosseto – presieduta da Antonio Di Cristofano – e direttore artistico e musicale dell’Orchestra sinfonica di Sanremo. Si è diplomato in Organo e Composizione organistica sotto la guida del maestro Franco Castelli al Conservatorio di Brescia e ha studiato Composizione e Direzione d’orchestra con il maestro Cataldo.

Nella sua carriera da musicista si è esibito in tutta Italia e nel resto del mondo, collaborando con grandi solisti come Uto Ughi, Ramin Bahrami e Mischa Maisky e molti altri, e dirigendo orchestre prestigiose, come la Philarmonisches Kammerorchester Munchen e London Mozart Players. Tra gli eventi da ricordare, nel 2009 ha diretto l’Orchestra sinfonica Abruzzese al Teatro alla Scala di Milano, con grande successo di pubblico e critica, in un concerto per la ricostruzione del Teatro comunale dell’Aquila, mentre nel marzo 2006 ha diretto nella prestigiosa Carnegie Hall di New York.

Luciano Corona si è diplomato in Fagotto sotto la guida di Mauro Russo e si è specializzato con Eliseo Smordoni e Andrea Corsi. Ha vinto numerosi premi internazionali e tiene concerti da solista in tutto il mondo, dall’Italia alla Cina, in Corea, Germania, Austria, Stati Uniti, Argentina e Russia. Ha collaborato con grandi musicisti come Ennio Morricone, Luis Bacalov, Riccardo Muti e Nello Santi. È vicepresidente del Mozarteum italiano.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button