Pubblicato il: 13 Novembre 2018 alle 15:18

Cultura & SpettacoliGrosseto

L’Agimus riprende l’attività: doppio concerto per i giovani talenti musicali grossetani

A.Gi.Mus. è l’Associazione Giovani Musicisti che da oltre 60 anni persegue l’obiettivo di accrescere fra i giovani l’amore per la musica.

Dopo un periodo di pausa, finalmente quest’anno la sezione di Grosseto ha ripreso le sue attività nella sua storica sede, l’aula magna del Polo Bianciardi, grazie alla passione del nuovo consiglio direttivo guidato da Gloria Mazzi, presidente e direttore artistico, affiancata dal consiglio direttivo, formato da Patrizia Varone, Claudio Cavalieri, Alessio D’Inverno e Davide Braglia.

E per l’associazione che vuole promuovere i talenti musicali nella provincia non poteva esserci sede più adatta del Polo Bianciardi, che da sette anni ospita il Liceo musicale, la fucina dei nuovi musicisti della provincia di Grosseto.

Nei prossimi giorni l’associazione proporrà due appuntamenti nell’aula magna del Bianciardi in piazza De Maria.

Giovedì 15 novembre, alle 18.30 un quartetto d’archi proporrà le musiche di Mozart e Beethoven. Il primo violino, Giuseppe Alessio D’Inverno, un grossetano doc, nonostante la giovane età, può già vantare la conquista di numerosi premi e borse di studio, oltre che esperienze internazionali come l’esibizione al Musikverein a Vienna con la Filarmonica di Lucca.

Elisabetta Delprato, secondo violino, si è formata sotto la guida di prestigiosi maestri tra Roma, Siena, Imola e Reggio Emilia e collabora con diverse orchestre del territorio come l’Orchestra regionale della Toscana.

Alla viola Giulia Guerrini che, diplomata presso l’Istituto Rinaldo Franci di Siena, ha conseguito il biennio specialistico in viola al conservatorio Luigi Cherubini di Firenze. Ha, inoltre, fatto parte dell’organico dell’Orchestra giovanile italiana per l’anno 2016.

Infine al violoncello Michele Lanzini che, ad un’intensa ed eclettica attività concertistica, affianca anche l’insegnamento. Già docente in diverse scuole di musica toscane, compresa la Scuola di musica di Fiesole, dal 2016 è docente di violoncello al liceo musicale “Luciano Bianciardi”.

Il secondo appuntamento dei giovani musicisti dell’Agimus è in programma venerdì 23 novembre: al pianoforte Jacopo Mai, che proporrà un ampio repertorio che va da Chopin a Debussy, passando per Beethoven e Liszt. Questo ventiduenne grossetano è stato definito in grado di lasciare il pubblico “esterrefatto con la sua straordinaria musicalità” e non sono mancati i riconoscimenti per il suo talento e il suo raffinato pianismo. Il suo primo cd, dal titolo “Visioni Lisztiane”, è uscito a gennaio 2018.

I concerti saranno anche l’occasione per ricordare con gioia il maestro Palmiero Giannetti, clarinettista e direttore d’orchesta, nonché primo presidente di Agimus di Grosseto, L’ingresso ai due appuntamenti è libero fino ad esaurimento posti.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su