Comune unico Arcidosso e Castel del Piano in commissione Affari Istituzionali. Più Toscana: “In caso di fusione autonoma pronti a ritirare la proposta di legge”

«Pronto a ritirare la proposta di legge sulla fusione dei comuni di Arcidosso e Castel del Piano a patto che i sindaci inizino subito un percorso di partecipazione per l’istituzione del Comune Unico».

È quanto dichiara il capogruppo di Più Toscana, Antonio Gambetta Vianna, a margine della seduta della I commissione “Affari istituzionali” dove ieri si è discusso della proposta di legge regionale presentata da Più Toscana  per l’istituzione del Comune Unico composto da Arcidosso e Castel del Piano.

«Le amministrazioni si sono dimostrate favorevoli – spiega –, ma l’iter per la fusione dovrà iniziare entro breve tempo giungere a un accordo considerato che gli incentivi statali e regionali a disposizione della fusione potrebbero non essere disponibili in futuro. Il rischio concreto è che il nuovo governo da Roma tagli ogni finanziamento obbligando i piccoli comuni a fondersi per legge.

I primi cittadini adesso hanno circa 15 giorni di tempo prima che la Commissione venga riconvocata per sentire nuovamente il loro parere. Un tempo entro il quale gli amministratori avranno il tempo per riflettere sulla proposta. In caso di parere unanime all’unione – conclude – sono disposto a ritirare la proposta di legge per lasciare spazio a una fusione autonoma dei comuni come già avvenuto nella nostra regione».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top