Pubblicato il: 2 Ottobre 2019 alle 10:10

AgricolturaColline del Fiora

“Segnovero”, il Comune: “Dal caseificio atto di solidarietà, la Regione prenda esempio”

"Viene da chiedersi, alla luce di questa vicenda, se la Regione Toscana non dovrebbe rivedere le strategie che persegue"

L’iniziativa del Caseificio sociale cooperativo di Sorano di lanciare un nuovo prodotto denominato ‘Segnovero’, utilizzando il latte fornito dai produttori rimasti senza conferimento dopo le disdette di due importanti marchi, è non solo molto significativa, ma riveste anche un valore che l’amministrazione comunale di Sorano intende sottolineare“.

A dichiararlo sono il sindaco Pierandrea Vanni e il consigliere delegato all’agricoltura Giorgio Giulietti.

“Il caseificio non ha avuto infatti sostegno pubblico e ha dato una risposta concreta a quelle aziende che si sono ritrovate nel giro di pochi giorni in difficoltà e che avrebbero meritato maggiore attenzione dalla Regione. Aziende che hanno trovato rapidamente un riferimento produttivo e che sono ora direttamente protagoniste di un nuovo tipo di pecorino. Uguale ringraziamento va all’Unicoop Firenze, che si dimostra come nel passato disponibile a supportare le produzioni di qualità del nostro territorio e, assieme a lei, a Unicoop Tirreno e a Conad Nord Ovest – spiegano Vanni e Giulietti -. Viene da chiedersi, alla luce di questa vicenda, se la Regione Toscana non dovrebbe rivedere le strategie che persegue a sostegno delle produzioni del settore ovino-caprino e se i sostegni che assicura non dovrebbero avere almeno in parte finalità diverse da quelle perseguite anche recentemente ed essere destinate a più soggetti”.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su