FollonicaScuola

Le competenze dei genitori degli alunni entrano nella scuola media: esperimenti di chimica in classe

Un chimico, padre di un'alunna della scuola secondaria di primo grado "Bugiani", ha integrato e arricchito con esperimenti quanto spiegato in classe

Aprire la scuola anche ai genitori, invitandoli ad arricchire l’offerta formativa con le loro competenze specifiche: questa è un’altra novità dell’Istituto comprensivo “Leopoldo II di Lorena” di Follonica.

Più di una volta i genitori si sono resi disponibili mettendo a disposizione della scuola competenze specifiche e l’Istituto pensa che questa collaborazione sia molto efficace per i ragazzi e le ragazze, creando solidi rapporti di collaborazione tra la scuola e le famiglie. Il professor Lupi ha invitato un chimico di professione, Stefano Francardi, padre di un’alunna della scuola secondaria di primo grado “Bugiani”, a integrare e arricchire con esperimenti quanto spiegato in classe.

In classe si è parlato di precipitazione del carbonato di calcio (prima con l’anidride carbonica prodotta da reazione chimica, poi con quella prodotta dalla respirazione di un alunno). In un’altra lezione è stato affrontato l’argomento della circolazione sanguigna, poi la polimerizzazione e gli stati della materia, la fusione nucleare, la fluoresceina e la sua eccitazione tramite i raggi ultravioletti. Questo argomento è stato affrontato con il gioco “Scopri il colpevole”, che ha divertito gli alunni e le alunne. Quindi si è trattato il viraggio di indicatori PH, le reazioni endotermiche e chiemioluminescenti fino ad arrivare a scoprire come si realizza la colorazione dei fuochi d’artificio con le opportune sostanze chimiche.

Il chimico ha fatto vedere come questi argomenti, che sembrano così lontani, trovino invece applicazione nella vita di tutti i giorni e come conoscere la chimica sia importante e dia vita a tantissimi oggetti di uso quotidiano. Le attività sono state realizzate nel nuovo laboratorio di scienze della scuola “Bugiani”, che possiede tutta la strumentazione necessaria per esperimenti di vario genere, acquistata grazie ad un cospicuo finanziamento ottenuto dall’Istituto comprensivo “Leopoldo II di Lorena”.

Questa è una delle tante attività che rientra anche nelle linee guida dell’orientamento che debbono essere realizzate nella scuola, al fine di favorire la maturazione e lo sviluppo delle conoscenze necessarie per poter definire il proprio progetto di vita personale. Le tante attività di approfondimento e conoscenza di una scienza specifica hanno lo scopo di appassionare ed orientare gli alunni e le alunne. Un’apertura della scuola secondaria “Bugiani” alle scienze, mostrandone anche la loro applicazione pratica nella vita e il loro essere necessarie per spiegare il mondo che ci circonda.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button