Pubblicato il: 15 Maggio 2020 alle 11:37

AttualitàColline del Fiora

Cascate del Mulino, il comitato: “Il Comune ha stilato un progetto per riapertura in sicurezza?”

"In molte realtà a noi vicine, le amministrazioni locali si stanno muovendo per trovare soluzioni"

Da oltre due anni ci occupiamo del tema delle cascate del Mulino e in questo delicato momento storico che stiamo vivendo, tra emergenza sanitaria e crisi economica, c’è l’urgenza che le istituzioni diano risposte chiare e precise sul futuro di una delle ricchezze principali del nostro territorio, dal quale dipende la ripresa di numerosissime attività economiche“.

A dichiararlo, in un comunicato, è il comitato #SaveSaturnia.

“Consapevoli che garantire l’utilizzo dell’area in massima sicurezza non è un compito semplice e che qualsiasi scelta su quell’area deve essere legata ad un piano di rilancio turistico economico di tutto il nostro Comune – continua la nota -. Le norme relative al distanziamento sociale derivanti dall’emergenza Covid-19 ci fanno pensare che gli unici enti che possono garantire la tutela e il rispetto delle regole siano quelli pubblici. Per fare in modo che ciò avvenga è necessaria una strategia politica per il rilancio in sicurezza dell’area, a vantaggio di tutte le strutture ricettive della zona e della collettività mancianese”.

“In molte realtà a noi vicine, le amministrazioni locali si stanno muovendo per trovare soluzioni che permettano la fruibilità, almeno in una prima fase ai locali, delle spiagge pubbliche – spiega il comitato -. Il Comune di Manciano cosa sta facendo in merito a questo? Quali misure verranno messe in atto per permettere il prima possibile una riapertura del sito almeno per i residenti? Seguendo da vicino le vicende legate al sito, quello che è emerso fino ad oggi, dalle scelte messe in campo dalla giunta Morini, si è assistito ad un continuo e progressivo scarico delle responsabilità a terzi e di non gestione dell’area. Scelte ineluttabile come il mancato rinnovo del comodato d’uso con Tds. Successivamente l’amministrazione ha approvato una convenzione con un privato a porte chiuse, in un consiglio comunale senza streaming, nella quale di fatto rinuncia a qualsiasi forma di introito sui servizi presenti sul sito. Delegare o non scegliere di fare nulla in questo momento o rinunciare a introiti per le casse pubbliche e quindi rinunciare a risorse necessarie per affrontare l’emergenza, è un atteggiamento assolutamente deleterio ed è urgente che vengano prese delle decisioni e assunte le proprie responsabilità”.

“Questo è il momento per cominciare a gettare le basi per un progetto di più ampio respiro a favore di un turismo contingentato e non di massa, che crei un profitto che sia reinvestito a vantaggio di tutto il territorio – termina il comunicato -. La domanda che ci poniamo è la seguente: il Comune di Manciano ha intenzione di assumersi la responsabilità di gestire le cascate del Mulino e se si come e quando?“.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su