Home Colline Metallifere Amministrative, il Pci: “Il nuovo Consiglio comunale si schieri contro via Almirante”

Amministrative, il Pci: “Il nuovo Consiglio comunale si schieri contro via Almirante”

di Redazione
0 commento 62 views

Massa Marittima (Grosseto).“Passata la tornata elettorale ci preme tornare su un argomento che può sembrare superato, ma nella realtà è ancora una ferita aperta, almeno secondo il Pci, per Massa Marittima”.

A dichiararlo è la segreteria del Pci delle Colline Metallifere.

“Si parla di antifascismo e, come aveva sollecitato l’Anpi provinciale, l’argomento fa parte della storia e della memoria del nostro Paese; per questo non può essere cancellato, revisionato o dimenticato – continua la nota -. 83 minatori, oltre a Norma Parenti e ad altri civili uccisi o deportati nei campi di concentramento, hanno segnato profondamente il nostro territorio. La furia assassina di quei momenti non può essere dimenticata ed è parte delle nostre radici, della memoria, della storia scritta con il sangue versato da innocenti falciati dalla furia nazi–fascista. Avevamo scritto una settimana fa un post in merito al quale avevano risposto solo tre dei candidati a sindaco in corsa: Marconi, Poli e Vinciarelli. Paolo Mazzocco è stato l’unico a non aver risposto, probabilmente gli sarà sfuggito l’argomento o forse non lo ritiene importante per il nostro contesto. Ci auguriamo che non lo abbia volutamente evitato per non esprimersi in modo diverso da una condanna e una presa di posizione chiara e antifascista”.

“Attendiamo l’insediamento ufficiale del Consiglio per coinvolgere l’amministrazione contro l’intitolazione di una via ad Almirante che, anche se viene istituita a Grosseto, è una grave offesa alla memoria per tutto il territorio provinciale e in particolare per il nostro Comune. Almirante ha ricoperto carica prefettizia importante e con la sua firma sul manifesto definito, a ragione, della morte ha contribuito alla condanna, con fucilazione sommaria, quelli che, secondo il regime fascista, erano considerati ‘sbandati’ – termina il comunicato -. Il ricorso presentato dal Pci al Capo dello Stato vedrà il dibattimento e la probabile pronuncia nei prossimi mesi, vorremmo per questo che tutto il Consiglio e la Giunta comunale di Massa Marittima si esprimessero in merito con un sostegno istituzionale e morale collegiale di tutte le componenti che ne fanno parte, un sostegno che significa non dimenticare e, soprattutto, non uccidere ancora i nostri martiri della Niccioleta e gli altri civili caduti a causa della follia fascista”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

* Utilizzando questo form si acconsente al trattamento dati personali secondo norma vigente. Puoi consultare la nostra Privacy Policy a questo indirizzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare

Le tue preferenze relative alla privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy