Home Colline Metallifere Inaugurate la nuova sede della biblioteca e le Stanze di Fucini: il Comune investe 300mila euro

Inaugurate la nuova sede della biblioteca e le Stanze di Fucini: il Comune investe 300mila euro

Taglio del nastro a Monterotondo Marittimo

di Redazione
0 commento 56 views

Monterotondo Marittimo (Grosseto). Si è svolta sabato pomeriggio a Monterotondo Marittimo la cerimonia di inaugurazione della nuova sede della biblioteca comunale e delle Stanze di Fucini, che sono state realizzate all’interno dei locali dell’ex frantoio.

La nuova biblioteca

La nuova biblioteca è stata progettata come uno spazio culturale moderno e dinamico, adibito non solo alla consultazione dei volumi, ma anche alle attività e agli eventi culturali grazie ad un allestimento “leggero”, che all’occorrenza può essere spostato per ospitare iniziative di varia natura, come la presentazione di libri o l’ascolto della musica. Una biblioteca dalle diverse ‘anime’ in grado di dialogare con gli altri servizi presenti nell’edificio e con il contesto urbano in cui si inserisce, a due passi dal punto panoramico dell’area archeologica della Rocca degli Alberti.

Le Stanze di Fucini

Uno degli elementi di grande valore e di attrattività è rappresentato dalle Stanze di Fucini: spazi arredati con installazioni multimediali che conducono il visitatore alla scoperta della storia letteraria del poeta nato a Monterotondo Marittimo, sottolineando la sua importanza, nella narrazione della storia toscana e della Maremma. La prima sala consente di approfondire alcuni aspetti della sua biografia: le valigie simboleggiano il percorso di precariato che ha vissuto Fucini sia nel mondo narrativo che del lavoro, una timeline contestualizza Fucini nell’ambito della storia nazionale; poi ci sono un leggio e un armadio che raffigura i diversi temi della poetica di Fucini. La stanza attigua è “La sala della veglia” ispirata al tema delle Veglie di Neri: una sorta di salotto con al centro un elemento narrativo per lasciare spazio alle opere dei vincitori delle diverse edizioni del Premio Fucini, il concorso letterario nazionale promosso dal Comune di Monterotondo Marittimo. Nell’ultima sala che porta al piano superiore si trova invece una mappa della narrativa dedicata alle Colline Metallifere.

Il progetto porta la firma dell’architetto Barbara Catalani. Le Stanze di Fucini sono state curate artisticamente da Claudio Ballestracci ed Ennio Pepe. L’intervento complessivo per realizzare la nuova biblioteca è stato di 300mila euro, a cui si aggiungono 63mila euro circa per gli allestimenti delle Stanze di Fucini.

Un intervento di rigenerazione urbana e di valorizzazione culturale di Monterotondo Marittimo: “L’obiettivo che si è posto il Comune era duplice – spiega l’amministrazione comunale -, da un lato avere una biblioteca con servizi migliori e spazi più ampi, che consentissero di potenziare le attività culturali, dall’altro valorizzare l’ex frantoio e tutta l’area in cui si inserisce, attraverso un progetto in grado di dialogare con la Rocca degli Alberti. E poi un grande obiettivo messo a segno: la realizzazione delle Stanze di Fucini dedicate al poeta nato, concepite come centro studi espositivo sulla figura di Fucini e come luogo speciale di raccolta dei volumi del premio letterario ad esso dedicato”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

* Utilizzando questo form si acconsente al trattamento dati personali secondo norma vigente. Puoi consultare la nostra Privacy Policy a questo indirizzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare

Le tue preferenze relative alla privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy