Home Colline Metallifere Il centro sociale della frazione torna a vivere: il Comune investe quasi 100mila euro per la ristrutturazione

Il centro sociale della frazione torna a vivere: il Comune investe quasi 100mila euro per la ristrutturazione

di Redazione
0 commento 24 views

Grande festa ieri pomeriggio a Potassa, nel comune di Gavorrano, per celebrare la ristrutturazione del centro sociale.

L’amministrazione comunale, grazie ad un contributo ministeriale di 140mila euro ottenuto nel 2020, ha investito quasi 100mila euro sul centro sociale di Potassa per il rifacimento di tetto, gronde, intonaci, ha installato la linea vita e il lucernario, risistemato gli scarichi per le acque meteoriche.

I lavori sono stati appaltati a settembre 2021 e sono stati completati ad aprile 2022. I restanti 40mila euro sono serviti per rimettere a posto il muro di contenimento del retro della scuola di Giuncarico e parte del tetto del cimitero di Gavorrano.

Il progettista e direttore dei lavori è l’ingegner Massimo Ascoli, la ditta esecutrice è l’Edilmonte di Piancastagnaio. Presto a Potassa partiranno anche i lavori di regimazione idraulica a monte, con il primo stralcio da 250000€ euro. Il progettista è l’ingegner Luca Moretti, della cooperativa civile di Grosseto.

Insieme alla ricostruzione di parte della copertura del cimitero di Gavorrano e del muro di contenimento della scuola primaria di Giuncarico, l’intervento di Potassa è stato finanziato attraverso il Decreto del Ministero dell’Interno dell’11 novembre 2020 per opere di messa in sicurezza del patrimonio pubblico. L’ammontare complessivo del contributo è stato di 14.000,00 euro. 

I lavori a Potassa

Al momento del rilievo,  le strutture di copertura del centro sociale di Potassa presentavano delle lesioni tali da determinare un avvallamento della copertura. La facciate esposta a nord, e per metà le facciate laterali, denunciavano intonaci notevolmente compromessi, specie nella parte bassa, la cui causa era da ricercare nell’acqua battente che sgrondava dal tetto.

L’intervento ha riguardato il consolidamento totale della copertura mediante una struttura in acciaio a sostegno di quella esistente, l’impermeabilizzazione di tutte le falde, il riposizionamento del manto di copertura, la rimessa in funzione della fognatura bianca per il convogliamento delle acque meteoriche, la demolizione dell’intonaco ammalorato, il suo rifacimento e la sua tinteggiatura. Nei soffitti interni si è provveduto alla sanificazione con biocida e alla completa ritinteggiatura.

L’importo iniziale del progetto ammontava a 98.300 euro. 

Durante l’esecuzione dei lavori stati attuati altri interventi utilizzando il ribasso d’asta. Si è trattato dell’installazione di un nuovo lucernario e dei sistemi di ancoraggio in copertura indispensabili per l’accesso in sicurezza in vista di futuri interventi sul tetto.

I lavori sono stati eseguiti dalla ditta Edilmonte di Piancastagnaio, il progetto e la direzione dei lavori sono stati affidati all’ingegner Massimo Ascoli. Per la sicurezza è stata incaricata la società ConsulTec di Elena Magi e Annalisa Russo.

Le opere sono iniziate il 13 settembre 2021 e sono state ultimate il 4 aprile scorso. 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

* Utilizzando questo form si acconsente al trattamento dati personali secondo norma vigente. Puoi consultare la nostra Privacy Policy a questo indirizzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare

Le tue preferenze relative alla privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy