Home Colline Metallifere L’Africa che conviene cambiare anziché sfruttare, la racconta Raffaele Masto nel suo ultimo libro

L’Africa che conviene cambiare anziché sfruttare, la racconta Raffaele Masto nel suo ultimo libro

di Cristina Zammataro
0 commento 0 views

Perché  mai oggi, con tutti i problemi che assillano la nostra società  dalla crisi economica alla lotta per la conservazione di molti diritti  fino disoccupazione giovanile, dovremmo occuparci di Africa? Perché capire  questo continente ci conviene. E’ la risposta di uno dei maggiori esperti della  società africana e delle dinamiche economiche mondiali che puntano alla terra  più sfruttata del mondo.

Raffaele Masto, scrittore, giornalista e  conduttore radiofonico italiano, dall’89 lavora alla Redazione Esteri  dell’emittente Radio Popolare. Masto è stato inviato in Medio Oriente, America  Latina e soprattutto in Africa dove ha seguito i cambiamenti sociali, politici  ed economici degli ultimi vent’anni, raccogliendoli in accurati reportage  all’interno delle sue pubblicazioni (In Africa, L’Africa del tesoro, Io Safiya,  Libera, La scelta di Said) e di documentari attualmente diffusi in tutto il  mondo.

E nella sua più recente opera “Buongiorno Africa”, l’autore  spiega come con una giusta politica mondiale, l’Africa riuscirebbe ad agganciare  quello sviluppo sociale ed economico da cui è sempre rimasta esclusa, con le  intuibili conseguenze a livello globale. Grazie all’associazione culturale  cittadina Iride, che si è avvalsa anche della collaborazione della Biblioteca  Comunale G. Badii e del patrocinio del Comune, Raffaele Masto sarà a Massa  Marittima per parlare del suo libro, venerdì 14 settembre alle 17,30 nella sala  del Parco degli Etruschi presso l’ex Convento delle Clarisse, a Massa Marittima

In questo libro Masto rivela l’esistenza  di circuiti economici ignorati dalle statistiche occidentali, in un continente  che sarà al centro dei futuri assetti globali per la sua importanza geografica,  la grande disponibilità di risorse naturali e l’inesauribile vitalità. Dagli  incontri ventennali dell’autore con persone, ambienti e problematiche del  continente nero, emergono nel libro i due aspetti che caratterizzano l’Africa  del XXI secolo: una forma di colonialismo antico, ma gestito da un nuovo  attore,la Cina, e la nascita di fermenti democratici attraverso la circolazione  di idee moderne e la comparsa di nuovi leader. Masto delinea il quadro per nulla  omogeneo di un continente denso di zone d’ombra e ricco di potenzialità, in cui  livelli di povertà agghiacciante coesistono con ritmi di sviluppo socioeconomico  elevati, e dove classi politiche corrotte e incapaci convivono con una società  civile vitale e impegnata. La conclusione dell’autore è che «L’africa ha bisogno  di giustizia», di una politica mondiale corretta che paghi il giusto prezzo per  le materie sottratte e impari a sfruttare i giacimenti di petrolio con misure  adeguate alle riserve ambientali presenti. La speranza che l’autore insegue è  quella di perseguire un modello in cui «una vita più sobria, più solidale, ci  renda più vitali ed intonati con il mondo […] e più disponibili a vivere  l’esperienza concreta della solidarietà». La presentazione sarà curata dal dott.  Stefano Iozzi e a seguire si aprirà il dibattito con  l’autore.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

* Utilizzando questo form si acconsente al trattamento dati personali secondo norma vigente. Puoi consultare la nostra Privacy Policy a questo indirizzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare

Le tue preferenze relative alla privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy