Salute

Quarta dose del vaccino Covid a ospiti delle Rsa, il Coeso: “Grazie ai medici di base”

Il messaggio della direttrice Tania Barbi

Prosegue a ritmo spedito la somministrazione della quarta dose di vaccino alle persone residenti nelle 14 Rsa, residenze sanitarie assistenziali, pubbliche e private dall’area socio sanitaria Amiata grossetana, Colline Metallifere e Grossetana. “Un risultato importante – commenta la direttrice del Coeso Società della Salute, Tania Barbi –, per il quale voglio ringraziare i medici di medicina generale, che si sono mostrati sensibili e tempestivi nel portare avanti la campagna vaccinale, somministrando la quarta dose di vaccino alla popolazione fragile, che abbiamo il dovere di proteggere come comunità“.

Sono circa 400 gli ospiti delle Rsa del territorio; per avviare la somministrazione della quarta dose è stato fatto un censimento da parte del distretto socio sanitario, che ha visto la collaborazione di tutti i gestori delle strutture: “Era fondamentale – aggiunge la direttrice del Coesocapire quante persone anziane residenti nelle strutture potessero accedere alla somministrazione della quarta dose“. È stato importante, infatti, capire quanti degli ospiti avessero ricevuto la terza dose almeno 120 giorni prima e quanti non avessero contratto il virus di recente e dopo il censimento sono state inviate delle liste con il nome dei pazienti ai medici di medicina generale di riferimento.

“Adesso – prosegue Barbi abbiamo la maggior parte della popolazione residente vaccinata e nelle prossime settimane saranno somministrate dai medici anche le dosi a chi ha superato da poco il termine dei 120 giorni di tempo. Proseguire con l’immunizzazione delle persone è fondamentale per prepararsi a nuove ondate del virus e riuscire a condurre una vita più normale possibile. Per questo il mio ringraziamento, a nome di tutta l’azienda, va a tutti coloro che hanno reso possibile questo percorso”.

A breve, inoltre, sarà avviata una campagna di sensibilizzazione anche per le altre categorie fragili, che potranno ricevere la quarta dose del vaccino: l’obiettivo è proteggere il più possibile la popolazione.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button